‘Ndrangheta, 116 arresti a Reggio Calabria. Il Vescovo di Locri: “serve sussulto di moralità”

Mons-OLIVA“L’importante operazione condotta dalle forze dell’ordine questa mattina ci pone, ancora una volta, davanti alla presenza pervasiva del fenomeno criminale mafioso”. A dirlo è mons. Francesco Oliva, vescovo di Locri-Gerace, commentando l’operazione che Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno compiuto questa mattina eseguendo 116 arresti su disposizione della Dda reggina. Per il vescovo della Locride, “c’e’ una parte di societa’ malata che penalizza lo sviluppo e la crescita vera del territorio. Mentre c’e’ da plaudire alle forze dell’ordine per la loro attivita’ di argine del fenomeno criminale, occorre riconoscere che c’e’ molto da lavorare a livello formativo e culturale per sconfiggere la mentalita’ mafiosa e far capire che l’illegalita’ crea ingiustizia e non fa decollare la nostra terra”. Da qui l’augurio di mons. Oliva affinche’ “le forze del bene e tutta la gente onesta si ribelli e faccia sentire la sua voce in un’area che ha bisogno di un sussulto di moralita’ per un futuro di speranza”.

Reggio Calabria, ecco tutte le FOTO e i NOMI dei 116 arrestati nello storico blitz anti ‘Ndrangheta “Mandamento Jonico”

Reggio Calabria, storico colpo alla ‘Ndrangheta: ecco tutti i NOMI dei 116 arrestati [DETTAGLI, INTERCETTAZIONI e VIDEO]

‘Ndrangheta, 116 arresti a Reggio Calabria. Le intercettazioni del figlio del boss: “qui lo Stato sono io”