Montalbano Elicona, incontro per l’istituzione delle zone franche montane in Sicilia

A Montalbano Elicona in Provincia di Messina nella giornata di domani ci sarà un incontro per l’istituzione delle zone franche montane in Sicilia

Locandina convegno Montalbano zone franche montaneDomani 22 luglio, alle ore 10.00 presso il castello Federico II di Montalbano Elicona, si svolgerà l’incontro dei sindaci e degli amministratori dei borghi più belli d’Italia in Sicilia e delle aree montane per discutere sulla necessità di approvare in tempi brevi il disegno di legge sull’istituzione delle zone franche montane.
Al meeting montalbanese interverranno il presidente del club “Borghi più Belli d’Italia” Fiorello Primi, il presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana on. Giovanni Ardizzone, ed il sindaco del Comune di Montalbano Elicona, Filippo Taranto.
Al convegno saranno presenti il coordinatore regionale dei Borghi più Belli d’Italia Salvatore Bartolotta, il consulente dell’Assessorato regionale del Turismo Filippo Grasso e il presidente dell’Unione Nazionale Proloco d’Italia Antonio La Spina. Modererà i lavori il il dottor Giuseppe Simone.
L’approvazione della legge rappresenta uno strumento necessario per il rilancio delle attività zootecniche ed agricole dell’entroterra siciliano, per l’evoluzione del sistema di governance turistica isolana e per arginare lo spopolamento di intere aree interne.
Si tratta di un percorso iniziato nel lontano 2015 ed ancora non completato che interessa oltre 200 comuni montani dell’intera isola e che darà un’opportunità di sviluppo grazie all’applicazione di una fiscalità di vantaggio.
Il ddl 981/2015 dispone la creazione di un Fondo Unico per la Montagna aggiuntivo a quello ordinario degli Enti locali e misure tendenti a favorire l’acquisto e la ristrutturazione di immobili da destinare a prima abitazione, per coloro che trasferiscono la propria residenza e dimora attuale in un comune montano; dispone anche misure a favore dei giovani con l’attivazione di servizi di supporto per le start-up innovative e politiche di tutela dei prodotti tipici a marchio DOP che verranno registrati in un apposito Albo tenuto presso l’Assessorato regionale dell’Agricoltura.