Migranti, Dieni: “da Minniti la conferma del patto scellerato”

Foto Simone/Pizzi StrettoWeb

Foto Simone/Pizzi StrettoWeb

“Il ministro dell’Interno ha ammesso quanto Renzi ha negato: gli accordi sottoscritti in sede europea, da Triton a Sophia, affidano all’Italia l’onere esclusivo di accogliere i migranti in fuga dalla fame e dalla guerra. Il nostro Paese, e la Calabria in particolare, si stanno trasformando in un gigantesco campo profughi, e ora i cittadini sanno chi devono ringraziare”. Così la deputata del M5S Federica Dieni. “Rispondendo a una mia precisa interrogazione parlamentare – spiega la portavoce del Movimento –, il ministro Minniti ha implicitamente confermato alcune indiscrezioni di stampa e le parole di Emma Bonino, secondo cui “a chiedere che gli sbarchi avvenissero tutti in Italia fu Matteo Renzi”. Fu l’ex premier a siglare questi patti sciagurati solo per avere in cambio uno “zero virgola” di flessibilità in più, quella che gli ha permesso di raccattare denari (i mitici 80 euro, ad esempio) per favorire le sue comunque fallimentari campagne elettorali». «Allo stesso tempo – aggiunge Dieni –, altri Paesi, come la Francia e l’Austria, non accolgono neanche i minori e fanno ricadere sull’Italia tutto il peso dell’immigrazione. Un governo davvero responsabile, di fronte a una sfida immane come questa, che costringe l’Italia ad affrontare da sola un’emergenza senza precedenti, avrebbe quanto meno individuato le soluzioni in grado di permettere forme di detrazione dei contributi che ogni anno il nostro Paese assegna all’Europa, una sorta di risarcimento rispetto ai costi che siamo costretti a sostenere».  «Invece – conclude la deputata 5 stelle –, niente di tutto questo: facciamo anche il lavoro degli altri e sopportiamo oneri economici e sociali insostenibili; e tutto a causa degli accordi scellerati di Renzi e del Pd».