Migranti a Messina, Caciotto: “Accorinti si vesta da Sindaco Metropolitano e batta i pugni a Roma”

Sulla questione migranti a Messina interviene il Consigliere Caciotto, il quale chiede una presenza più solida al sindaco Accorinti

Foto StrettoWeb / Simone Pizzi

Foto StrettoWeb / Simone Pizzi

La questione migranti ha assunto in città una portata eccezionale, con numeri che quotidianamente sono a dir poco vertiginosi. Mi capita spesso di vedere in piena sera pulman di migranti essere accompagnati all’ex Caserma di Bisconte. Qui il problema non è più quello dell’ accoglienza, su cui il sottoscritto è d’accordo, bensì dell’ invasione incontrollata della nostra città. Il Sindaco come l’Assessore ai servizi sociali, hanno il dovere di spiegare alla città cosa stia succedendo, cosa ci aspetta, quale futuro per l’ex caserma, cosa ne pensano i cittadini. Il Sindaco, soprattutto nella sua veste di Sindaco Metropolitano, anziché le magre figure del G7, anziché inveire contro Trumph, avrebbe, secondo il mio modesto avviso, il compito di battere i pugni a Roma, presentarsi decentemente e rappresentare i bisogni, in questo senso, della sua comunità. Al contrario il Sindaco e la Giunta si è trincerata dietro un silenzio assordante. La preoccupazione e’ tanta, la povera gente che scappa dalle loro terre in cerca di un futuro migliore, va aiutata indubbiamente.  Non è possibile però andare avanti così. Messina ha una grande chance; sollecitare a gran voce il Governo Nazionale a fare cambiare marcia all’ intera Europa in materia di migrazione. L’accoglienza non può essere un business, al quale si assiste impotenti, a discapito dei cittadini e degli stessi migranti. Un aiuto serio, deve farlo l’Europa, intervenendo nei paesi, fonte di immigrazione, aiutarli nella loro terra. Voglio che il Sindaco metta da parte le adolescenziali magliette e si vesta a Roma da primo cittadino di una città che ha il dovere di provare a rialzarsi sotto tanti aspetti, compreso quello della questione migranti“. Lo scrive in una nota Alessandro Cacciotto Consigliere Terza Circoscrizione.