Migranti a Castell’Umberto: nasce il comitato Senza Frontiere

Migranti a Catell’Umberto, il Comitato Senza Frontiere in prima linea per l’accoglienza e l’integrazione

migranti reggio (12)A Castell’Umberto, paese ormai noto per le vicende riguardanti i 50 migranti, ora 25, ospiti della struttura ricettiva “Il Canguro“, dalla libera iniziativa dei cittadini, è nato il Comitato Senza Frontiere, un’associazione di cittadini che si occupa di facilitare l’integrazione dei migranti nella vita paesana. “Il flusso di migranti che sta interessando la nostra penisola- spiega il presidente del Comitato Luca Lo Vercioe  in particolare la protesta in seguito all’arrivo in serata di 50 migranti nel comune di Sinagra, hanno dato l’input per la creazione di un Comitato Spontaneo, in autonomia dalle istituzioni e dalla cooperativa. Composto da cittadini attivi a diversi livelli, – residenti o originari – di Castell’Umberto e dei comuni limitrofi, il Coordinamento Senza Frontiere cerca di rimettere al centro il senso di umana accoglienza che ha sempre contraddistinto i nostri territori. “Obiettivo del Comitato- continua Lo Vercio- è  trattare con umanità ed equità tutti coloro che vi risiedono in maniera permanente o temporanea e individuare opportunità, risorse e percorsi per la crescita interculturale e per la promozione del benessere degli individui e delle aziende ivi presenti oggi e negli anni a venire. Il Coordinamento Senza Frontiere ha partecipato a momenti di incontro con i residenti e i referenti della  struttura ricettiva ed ha vissuto in prima linea tutte le vicende riguardanti i migranti. Uno dei principali punti in programma del Coordinamento è  quello di favorire lo scambio di esperienze tra la cittadinanza residente e gli ospiti migranti, attraverso attività ricreative e sportive, corsi d’inglese e di informatizzazione. I corsi saranno tenuti da volontari e da alcuni dei migranti stessi che, avendo le competenze necessarie, si sono resi disponibili.

I corsi- spiega il presidente- saranno totalmente gratuiti e aperti a tutti i membri della cittadinanza nebroidea (migranti inclusi) che vorranno usufruirne.
Tutte le attività saranno organizzate in piena autonomia dalle cooperative che gestiscono la struttura e dalle autorità comunali dalle quali, tuttavia, ci auguriamo il pieno supporto”. Il programma verrà ufficialmente presentato il 30 luglio alle ore 15.00 presso la pineta dell’Ippodromo di Castell’Umberto a seguito di un incontro tra il comitato e i migranti.
Per ogni ulteriore informazione:
coordinamentosenzafrontiere@gmail.com +39 333 305 0303 Luca Lo Vercio.