Messina, svincolo Giostra: via libera all’apertura

L’assessore ai Lavori Pubblici di Messina, Sergio De Cola: “un altro importante passo avanti per la mobilità in città”

SVINCOLO GIOSTRA MESSINAIn merito all’apertura degli svincoli all’uscita Giostra/Ritiro, l’assessore ai Lavori Pubblici di Messina, Sergio De Cola, ha dichiarato che: “Ieri ho avuto il grande piacere di firmare in rappresentanza dell’Amministrazione il verbale della Commissione di collaudo degli svincoli in cui è stato formalmente stabilito che può essere aperta l’uscita a Giostra/Ritiro per chi proviene da Sud (direzione Catania Palermo). Una semplice firma che nasconde un iter lungo e molto complesso che fino a qualche anno fa appariva quasi impossibile. Oggi il lavoro portato avanti in sinergia con Anas e Cas negli ultimi 2 anni ha consentito di arrivare alla firma sull’atto che permette di fare un altro importante passo avanti per la mobilità in città. Oltre a migliorare i flussi di traffico l’apertura dello svincolo di Giostra anche in uscita, consentirà l’avvio della parte più importante del lavoro di messa in sicurezza del viadotto Ritiro. Certamente il senso di responsabilità mostrato da tutti i soggetti che negli ultimi anni si sono impegnati per raggiungere questo obbiettivo mi da fiducia ma devo anche ricordare che opere così importanti per i cittadini dovrebbero riuscire a essere realizzate in tempi molto più rapidi. Adesso dobbiamo quindi immediatamente, tutti insieme, impegnarci per raggiungere il prossimo traguardo che potrebbe essere l’apertura dell’uscita sul Giostra venendo da Palermo. Durante il sopralluogo fatto oggi ci si è infatti resi conto che si può valutare concretamente questa possibilità, per questo a breve si terrà una riunione per approfondire le problematiche legate a tale opportunità che migliorerebbe significativamente i flussi di traffico in ingresso e in uscita dalla zona nord della città. Un ringraziamento doveroso ai funzionari del Comune, al dirigente Antonio Amato e al Segretario Generale, Antonio Le Donne, che nei loro rispettivi ruoli, hanno seguito con grande attenzione tutti i passaggi contribuendo alla definizione di una questione sospesa da decenni”.