Messina, svaligiò appartamento della zona nord: in carcere “Mani di fata”

Il Tribunale di Messina ha deciso il trasferimento  del 55enne nella casa Circondariale di  Gazzi

Mondello PaoloAveva ripulito l’intero appartamento. Cassaforte depredata, argenti di famiglia trafugati. Approfittando della giornata festiva e dell’assenza dei padroni di casa, il topo d’appartamento aveva forzato il cancello d’ingresso e, con tutta calma, razziato anche carte di credito e computer.

E’ successo a Pasqua, il 16 aprile scorso, in un appartamento della zona nord. Fallito il tentativo di ripulire anche il centro estetico del pian terreno. Sono state le telecamere presenti nell’esercizio commerciale a tradire il ladro e a permetterne l’individuazione.

Trattasi di Mondello Paolo, 55 anni, messinese, soggetto già noto alle forze di polizia, con plurimi precedenti per reati contro il patrimonio e meglio conosciuto come “Mani di fata”.

I poliziotti delle Volanti, visionando le immagini del sistema di videosorveglianza, lo avevano riconosciuto e denunciato. Erano anche riusciti a recuperare parte della refurtiva.

Ieri gli stessi agenti delle Volanti hanno eseguito la misura cautelare emessa dal Tribunale di Messina trasferendo l’uomo presso la casa Circondariale Messina Gazzi.