Messina, presentata stamattina la rassegna “Sotto le stelle”

Questa mattina a Messina è stata presentata ufficialmente presso il Palazzo dei Leoni la rassegna “Sotto le stelle”

Foto di gruppoE’ stata presentata stamani, a Palazzo dei Leoni, la prima edizione della Rassegna del Teatro Dialettale “Sotto le stelle”, organizzata dalla Città Metropolitana di Messina, che avrà luogo dal 22 luglio al 10 settembre al Monte di Pietà. All’incontro, moderato da Silvana Paratore, è intervenuto il presidente C.T.R. Pippo Castorina che si è soffermato sul progetto dell’Associazione Compagnie Teatrali Riunite, con cui si dà la possibilità alle compagnie amatoriali di esibirsi e di recitare; il direttore artistico della rassegna Nino Scimone, il Commissario straordinario della Città Metropolitana di Messina dott. Filippo Romano. Ricco il cartellone degli spettacoli: si inizierà sabato 22 luglio con la compagnia teatrale “Hippocampo” che metterà in scena la commedia “Cocco di mammina” di Calogero Maurici, regia di Pasquale Cavallari; domenica 23 luglio sarà il turno della “Cameris Theater Company” che proporrà “Gatta ci cova” di Antonio Russo Giusti per la regia di Anna Giulia Rizzo e Santina Nibali; domenica 30 luglio al Monte di Pietà in scena la compagnia “I commedianti” con l’opera “La macchina del tempo”, autore e regista Giuseppe Galletta venerdì 5 agosto torna la compagnia “Hippocampo” con “Dilemma di un barone cornuto” di Nicola Bonarrigo, regia di Pasquale Cavallari; sabato 6 agosto la compagnia “Ledimigi” proporrà “A scola di mugghieri” di Emanuela Giuliano, regia di Mimmo Giuliano; venerdì 18 agosto ancora la compagnia “Hippocampo” sarà protagonista con la commedia “Zitelloni in casa” di Calogero Maurici, regia di Pasquale Cavallari; venerdì 25 agosto la compagnia “I commedianti” sarà sul palco con “Cavuli pi campiuni”, autore e regista Giuseppe Galletta; sabato 26 agosto la brillante compagnia “Ledimigi” protagonista con “Me niputi e i so du mariti” di Emanuela Giuliano, regia di Mimmo Giuliano; l’ultimo spettacolo del calendario degli eventi sarà proposto domenica 10 settembre dalla compagnia “La caravella” con la commedia “A famigghia difittusa” di Calogero Maurici, regia di Pippo Castorina. Al termine dell’ultimo appuntamento del 10 settembre si svolgerà la Serata degli Oscar nel corso della quale saranno consegnati riconoscimenti ed attestati a tutti i partecipanti. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.15 e il prezzo del biglietto sarà di 10 euro. Si tratta di un’iniziativa che si propone di valorizzare la variegata e vivace realtà del teatro amatoriale attraverso la fruizione di un sito prestigioso che costituirà un palcoscenico suggestivo per la messa in scena di opere di grande interesse e qualità. La rassegna costituirà una vetrina per tutte le compagnie che da anni producono spettacoli legati alla cultura della tradizione popolare e che, spesso, devono affrontare notevoli difficoltà organizzative per la mancanza di platee e di spazi adeguati.
Inoltre, la rassegna costituisce un’efficace promozione del dialetto come mezzo tramite il quale poter riscoprire e valorizzare il territorio e le sue peculiarità. Il dialetto è cultura, storia e colore: è il tratto tipico ed identificativo di una comunità ed in quanto tale va coltivato, promosso e tramandato.