Messina, piscina Villa Dante. Cacciotto: “Si provveda a stipulare il protocollo con la FIN”

piscina villa dante (1)Nella giornata di ieri, il Consiglio della Terza Circoscrizione di Messina si è riunito a Villa Dante, ai bordi della piscina che, grazie all’ impegno dell’ Ing. Scandura, responsabile manutenzione  strutture sportive, è stata finalmente ripristinata. Manca adesso la stesura e la firma di un accordo gestionale tra l’amministrazione comunale e la Federazione Italiana nuoto; in caso contrario, sulla piscina appena tirata al lucido, si spegneranno i riflettori. L’ing. Scandura ha fatto altresì sapere che sono in dirittura d’arrivo l’inizio dei lavori per il ripristino sia dell’ arena di Villa Dante che dei campi da tennis. È certamente un bel risultato tutto ciò, anche se questo temporeggiare per la stipula di un protocollo gestionale tra Amministrazione e FIN, rischia di vanificare il ripristino della piscina. L’amministrazione comunale deve fare un salto di qualità in materia di politica sportiva. Non è più possibile decidere di non decidere, si rischia di sprofondare sempre di più. Lo sport non è infatti solo attività motoria ma, è altresì un fenomeno sociale e culturale importantissimo. In materia di politica sportiva da molti anni si assiste ad una paralisi assoluta non più accettabile. La cancellazione dell’ ACR Messina e’ il chiaro segnale di quanto poca importanza sia stato dato allo sport negli anni. Per non parlare di tante strutture fatiscenti e non a norma.  Ogni villaggio, per un’ Amministrazione che decantava un “cambiamento dal basso”, dovrebbe avere un area ludico sportiva. Spero vivamente in un cambio di passo da parte dell’ Amministrazione che non può escludere la partecipazione dei privati, tenuto conto delle casse comunali ridotte assai male- scrive in una nota il consigliere della Terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto.