Messina piange giovane 17enne: è morto annegato nel lago di Bracciano [NOME e DETTAGLI]

Messina piange la scomparsa del 17 enne originario dello Sri Lanka, morto per annegamento nelle acque del lago di Bracciano. Il giovane era ben conosciuto in città

ambulanzaMessina piange la scomparsa del giovane G.C.,  17enne originario dello Sri Lanka morto ieri nelle acque del lago di Bracciano. Il 17enne, che si trovava sulla spiaggia di Santo Celso insieme ad amici e familiari, intorno alle 5 del pomeriggio si è gettato in acqua per recuperare un pallone trascinato via dalla corrente. Purtroppo il ragazzo non è riuscito a tornato a riva. Secondo il medico legale il giovane avrebbe perso i sensi, morendo per annegamento. A recuperare il corpo della giovane vittima un residente della zona, che sentite le urla degli amici, si sarebbe gettato in acqua per salvarlo. La scomparsa del giovane lascia un vuoto nei cuori dei familiari e dei suoi amici di Messina. Il giovane, sebbene ormai da tempo studiasse a Roma, trascorreva le vacanze in casa dei cugini e parenti residenti in città. Il 17enne conosceva bene Messina, aveva parecchi amici, e come  tutti i ragazzini in città frequentava i luoghi di ritrovo più noti. Era un ragazzo solare, spensierato come lo sono tutti i ragazzi della sua età. Frequentava i Colli San Rizzo, amava la granita messinese e  andare a mare a Sant’Agata insieme alla sua comitiva di amici. Alla notizia della scomparsa,  la bacheca facebook del giovane è stata tempestata di messaggi di affetto da parte dei connazionali e non che hanno voluto dare l’ultimo saluto al giovane ragazzo.  Il 17enne aveva già programmato le vacanze a Messina, tra una settimana sarebbe dovuto arrivare in città.