Messina: passione e illusioni giallorosse

acr-messina-tifosiOramai è ufficiale niente serie C per l’Acr Messina: la società ha rinunciato a presentare il ricorso. I tifosi giallorossi ripiombano di nuovo nel limbo dell’oblio. Tuttavia, spesso alcune “tragedie” sono necessarie per rendersi conto che stavamo investendo la nostra passione calcistica sul nulla. Non a caso, a Messina, negli ultimi anni si sono susseguite dirigenze che hanno ripetutamente disatteso le speranze e i sogni della tifoseria. Servirebbe un nuovo presidente che abbia realmente passione e attaccamento al Messina; in mancanza occorrerà adeguarsi con nuove soluzioni societarie. La mia proposta è una cooperativa formata da tifosi: quanti messinesi sarebbero disposti a versare un contributo economico per far rinascere la storia calcistica nello Stretto? E’ questa la domanda da 1 milione di euro. Ripartire da zero può andar bene, purché si pongano i presupposti affinché il nuovo Messina non si ritrovi più abbandonato al proprio destino. Inutile continuare a lamentarsi: a quanto pare non ci sono filantropi disposti a riformare un club prestigioso nel capoluogo peloritano. Toccherà a coloro che amano veramente i colori giallorossi farsi avanti in blocco: 20mila anime disposte a versare un piccolo contributo per far rinascere il nostro Messina. Si tratterebbe di una soluzione innovativa in grado di riaccendere il cuore degli sportivi peloritani; ed è probabile che di fronte all’avvio di un simile progetto diversi sponsor si rendano disponibili per sostenere un’iniziativa dettata dalla passione e non dal cinismo dei soliti imprenditori opportunisti.
Fabrizio Vinci