Messina, giudice dichiara guerra alla minigonna: ecco il nuovo “dress code” per accedere in Tribunale

Stop a bermuda, abiti succinti e infradito. Il presidente del Tribunale di Patti detta le regole di dress code per  accedere al palazzo di giustizia

minigonnaAl Tribunale di Patti nuove regole di dress code, lo ha stabilito il presidente Bruno Finocchiaro. Banditi bermuda, abiti succinti, pantaloncini, magliette trasparenti e ciabatte”, così si legge nel documento stilato dal presidente e affisso all’ingresso del Tribunale. Bruno Finocchiaro ha deciso di informare i magistrati e il commissario straordinario del Consiglio dell’Ordne degli avvocati di Patti, affinché quest’ultimo coinvolga tutti gli iscritti ad avvisare i loro assistiti, i clienti e i testimoni, sull’obbligo di indossare un abbigliamento consono agli uffici giudiziari. A vigilare sull’osservanza delle regole le guardie giurate: “che pertanto dovranno impedire l’accesso a chi, in maniera assolutamente obiettiva, si presenti con un abbigliamento inadeguato”. Il provvedimento, spiega il presidente, è stato assunto in considerazione del fatto che “con l’avvicinarsi della stagione estiva si e’ avuto modo di notare che l’abbigliamento usato dall’utenza e’ spesso inadeguato”. Le nuove regole sono perentorie: “da oggi in poi sara’ impedito l’accesso al Palazzo di giustizia di Patti a tutte quelle persone che, a prescindere dal loro sesso, funzione o attivita’, si presenteranno con un abbigliamento poco consono a tale luogo”.