Messina, Cgil: attivate le procedure di raffreddamento per il mancato pagamento degli stipendi al Giardino dei Laghi

 Vertenza Giardino sui Laghi, attivate le procedure di raffreddamento per il mancato pagamento degli stipendi da parte dell’Eurogestione

giardini dei laghiSi è tenuto questa mattina, in prefettura, l’incontro per l’attivazione delle procedure di raffreddamento richiesto dalla FP CGIL  a causa del mancato pagamento degli stipendi da parte dei lavoratori della società Eurogestione che ha in gestione, in regime di convenzione con l’ASP, la Rsa “Giardino sui laghi”. I dipendenti sono infatti in attesa degli stipendi di aprile, maggio, giugno, nonostante siano già stati sottoscritti due piani di rientro per dilazionare il pagamento degli arretrati. All’appuntamento hanno preso parte la FP CGIL. “Non siamo più disposti a firmare un altro accordo di facciata che poi nei fatti non sortisce nessuno dei benefici sperati”, hanno affermato la segretaria generale della FP CGIL, Clara Crocé e il rappresentante sindacale Giuseppe Nava, accompagnati da una delegazione di lavoratori, estremamente preoccupati per la situazione. “La proposta dell’azienda – spiegano i sindacalisti -  è quella del pagamento di una rata del piano di rientro e dello stipendio di aprile. Per la CGIL, però, questa proposta non è sufficiente, e l’accordo deve essere quello del pagamento di almeno due mensilità e di una rata del piano di rientro. Risulta estremamente preoccupante – continuano Crocè e Nava – il fatto che nonostante il pagamento della fattura da parte dell’Asp, la società non abbia proceduto ad effettuare il pagamento dello stipendio”. E’ anche alla luce di ciò che la Fp Cgil chiede all’Asp di pagare la fattura di giugno, ed alla Prefettura di monitorare l’andamento della vertenza.