Messina, anniversario Strage Via D’Amelio: le iniziative dell’Ateneo

A Messina l’unime rinnova il suo impegno nella lotta dei fenomeni mafiosi e in occasione dell’anniversario della strage di Via D’Amelio saranno organizzate diverse iniziative

università degli studi di messinaUnime rinnova il proprio impegno nella lotta ai fenomeni mafiosi e in memoria delle vittime della criminalità organizzata. Anche quest’anno, infatti,  per mercoledì 19 luglio, data in cui ricorre  il 25° anniversario della strage di Via D’Amelio, in cui persero la vita Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta (Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina) sono previste due iniziative per ricordarli.

Come ogni anno,  l’Associazione Universitaria “Atreju-La Compagnia degli Studenti”  e il Comitato “XIX luglio” , alle ore 17.30,  deporranno una corona di fiori a Piazza Pugliatti, presso “l’albero Borsellino”,  dove, il 19 luglio 2007 – a cura dell’Associazione Universitaria “Atreju” – è stato piantato un albero di ulivo e ed è stato realizzato un piccolo monumento con incisa la celebre frase di Paolo Borsellino sul rapporto tra la gioventù e la mafia: “Se la gioventù le negherà il consenso anche l’onnipotente misteriosa mafia svanirà come un incubo”.

A seguire , alle ore 18, presso l’Accademia Peloritana dei Pericolanti , si terrà, inoltre,  l’incontro: “L’importanza della memoria. Riflessioni a 25 anni dalla strage di via D’Amelio”, organizzato dal Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche. Ospite dell’Ateneo sarà il Procuratore della Repubblica di Messina, dott. Maurizio De Lucia, insediatosi nei giorni scorsi.
Dopo i saluti del Rettore, prof. Pietro Navarra, interverranno il Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche, prof. Giovanni Moschella, e il Direttore del Centro Studi e Ricerche sulla criminalità mafiosa e sui fenomeni di corruzione politico-amministrativa, prof. Luigi Chiara. A seguire, parlerà il dott. De Lucia.