Messina: Alfa e Omega protagoniste del terzo appuntamento con “Qui è estate” del Teatro dei 3 Mestieri

Locandina Alfa e Omega 3 MESTIERIIl terzo appuntamento della rassegna “Qui è estate” del Teatro dei 3 Mestieri di Messina, che si svolgerà giovedì 13 luglio alle ore 21.30, propone lo spettacolo Alfa e Omega con Maria Milasi e Kristina Mravcova, per la regia di Americo Melchionda. Alfa e Omega è un veicolo artistico di alta qualità interpretativa che rappresenta un esempio virtuoso di sviluppo di teatro contemporaneo scritto da due giovani autori calabresi, che sono Maria Milasi (che interpreta anche il ruolo di Alfa) e Domenico Loddo. Protagoniste della pièce sono due sconosciute si incontrano su una panchina: Alfa aspetta un bus o forse un treno. Omega una persona con un vestito rosso che potrebbe dare una svolta alla sua vita. Questo lavoro teatrale è il risultato di un progetto drammaturgico nato nel 2014 con il titolo provvisorio La Morte Addosso, titolo ispirato all’omonima novella di Luigi Pirandello. Nel 2015/2016 lo spettacolo è stato oggetto di un ulteriore sviluppo interpretativo e autoriale attraverso la sua selezione in rinomati Festival e Rassegne tra cui il Festival Internazionale di Cultura “Dolce Vitaj” 2016 (Slovacchia), promosso dall’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava.  Lo spettacolo Alfa e Omega reinterpreta un assunto Pirandelliano virandolo al femminile. Le due protagoniste, portatrici sane di disperazione, arrivate al capolinea delle loro esistenze, fanno i conti con la propria condizione alla ricerca spasmodica di un’identità che possa reinserirle nella contingenza della caleidoscopica realtà contemporanea in cui si trovano costrette a vivere. Intriso di citazioni letterarie e filosofiche, lo spettacolo tocca tematiche di grande attualità che suggeriranno allo studente ricerche e approfondimenti conoscitivi: l’emigrazione; la discriminazione di genere; le contraddizioni di una società globalizzata che arriva a mercificare anche i sentimenti umani; la deriva dei tanti esclusi, svantaggiati, emarginati, vittime di un’economia di mercato che strumentalizza desideri e aspettative.

Prima dello spettacolo è previsto un apericena

Alfa e Omega 

Di: Maria Milasi, Domenico Loddo 

Regia: Americo Melchionda 

Con: Alfa – Maria Milasi, Omega Kristina Mravcova

Produzione: Officine Jonike Arti

Maria Milasi – ALFA – Coautrice 

Si diploma come attrice nel 1997 presso l’Accademia D’Arte Drammatica della Calabria (Palmi) con la direzione artistica di Luciano Lucignani. In Accademia studia con Gianni Diotaiuti, Graziano Giusti, Franco Però, Aljandra Manini, Luciano Lucignani, M.T. Di Clemente, P. Burczyk, S. Marcucci, E.Siravo, G. Conversano etc. Partecipa a stage presso l’Accademia D’Arte Drammatica di Varsavia (tra i docenti Ryszardo Olesinski, Jan Englert, Stanislaw Gòrka, Wanda Szczuka) e Vienna (con la direzione di Pierre Byland). Tra i seminari di specializzazione per attori condotti da maestri di caratura internazionale: “Playing Shakespeare” diretto da Bruce Myers; “Homo Stupidens” diretto da Pierre Byland; “Il giardino dei ciliegi” diretto da Nicolaj Karpoff; “Sogno di una Notte di Mezza Estate” diretto da Steven Berkoff; “La Commedia dell’Arte” diretto da Michele Monetta. Partecipa a Festival teatrali tra cui il ciclo delle rappresentazioni classiche di Siracusa e dell’Olimpico di Vicenza nello spettacolo I sette contro Tebe diretta da Jean Pierre Vincent; il Festival dei due Mari con la Fedra di Seneca regia di Maurizio Panici; il festival internazionale di Amsterdam e Berlino nel ruolo di Egle con la “Disputa” di Marivaux regia di Franco Però e di Alejandra Manini; la coproduzione tra Teatro Croato, Dramma Italiano di Fiume, e Stabile di Calabria in “Regine” di Carbone regia Nino Mangano; il Magna Graecia Teatro Festival (dir.arstistica G. Albertazzi) in cui interpreta il ruolo di Elettra in “Elettra” di Hofmannsthal, regia di A. Melchionda e il ruolo di Medea in un primo allestimento di “ Lunga Notte di Medea”. Tra gli altri registi con cui ha lavorato a teatro: Roberto Guicciardini, Walter Manfrè, Mario Prosperi, Marco Maltauro, Donatella Venuti. Gianni Leonetti, Italo Zeus, Franco Marzocchi, Paolo Benvenuti ecc. Tra gli altri ruoli interpretati: Cassandra (Le Troiane), Nada (Cecé), Maddalena (Casa di Bernarda Alba) , Maria (Stabat Mater), Popova (L’orso di Cechov), Sara (Processo a Gesù di Diego Fabbri); Teresa (Juan Palmieri Tupamaro), Uno ( La cerimonia di Giuseppe Manfridi) etc. Tra gli ultimi spettacoli interpretati “Alfa e Omega” (tra le selezioni Festival Internazionale Ruggero Leoncavallo 2016, Festival internazionale Dolce Vitaj 2016) e Lunga Notte di Medea di Corrado Alvaro. È tra i fondatori della compagnia Officine Jonike Arti. Tra gli ultimi cortometraggi interpretati come attrice : L’Umanità Scalza|The Barefoot Humanity (attrice protagonista) di A. Melchionda che ottiene numerosi premi internazionali ed è stato proiettato in selezione ufficiale in più di cinquanta festival internazionali tra cui il prestigioso Cinequest; il cortometraggio Fortino Lato Est (attrice protagonista) di Ilaria Ciavattini in selezione ufficiale al Corto Helvetico al Femminile (Svizzera), al Sehnsüchte International Film Festival (Germania), FIFE (Casablanca, Marocco), Duka Fest (Bosnia); il film documentario “Gramsci 44” regia E. Barbucci, fotografia Daniele Ciprì uscito al cinema nel febbraio 2015 e selezionato in diversi festival nazionali. E’ tra gli ideatori e collaboratori del Pentedattilo Film Festival, festival internazionale di cortometraggi, giunto alla decima edizione. È tra i fondatori e direttrice artistica del Globo Teatro Festival (Reggio Calabria) festival internazionale di teatro che ha concluso la sua seconda edizione ad Aprile 2015.

Kristina Mravcova – OMEGA 

Attrice Slovacca, nel 2006 si laurea con il titolo Mgr.art. presso l’Accademia d’Arte Drammatica di Bratislava in Slovacchia con 110 e lode, tra i suoi maestri Emilia Vasaryova, Peter Simun e Peter Mankovecky. Prosegue ulteriormente il percorso di studi frequentando l’Università per Stranieri ‘Dante Alighieri’ di Reggio Calabria. In parallelo lavora con i registi: R. Oleksak, M. Hriesik, M. Amsler, N.Costabile, W. Manfrè, A. Melchionda, V. Kollar, D.Loddo, B. Musolino, L. Kondon, E. Vasaryova, M.Vajdicka, V.Mores, F. Marzocchi ecc. Interpreta come attrice protagonista personaggi di svariati autori, tra cui: A.P. Cechov, L. Pirandello, Euripide, H.V. Hofmannsthal, W. Shakespeare, O. Wilde, Elfriede Jelinek, C. Alvaro, Q. Tarantino, M. Ravenhill, B. Srbljanovic, Philippe Forest, Tadeusz Rozewicz, Tajovsky, L. Holberg, Renè di Obaldia, Marius von Mayenburg ecc. Partecipa ai principali festival internazionali teatrali in Polonia, in Austria, in Ungheria, in Repubblica Ceca. Riceve il Premio “Dosky” come migliore rivelazione teatrale della stagione per la messa in scena 2005/2006 a Nitra, in Slovacchia. Attrice di vari cortometraggi e lungometraggi, prodotti dalla facoltà Film e Camera a Bratislava e dalla Televisione Slovacca. In Italia negli anni 2008, 2011 e 2013 partecipa al Magna Graecia Teatro Festival con le rappresentazioni ‘Antigone nel sepolcro’, ‘Elektra’ e ‘Lunga notte di Medea’ oltre a ‘Libera i miei nemici’ al Kaluria Festival; in parallelo segue vari seminari di specializzazione di teatro tra cui ‘Pirandello tra Realtà e Finzione’ diretto da Walter Manfrè e Giardini d’Inverno – Strade perdute’ a cura di Fabrizio Arcuri. Ha lavorato in diverse produzioni per Rai Tv (Rai Uno, Rai Tre, Rai Cinque). Dal 2008 Collabora con la compagnia di teatro Officine Jonike Arti e con il Globo Teatro Festival.

Americo Melchionda – regia 

Si diploma come attore presso l’Accademia D’Arte Drammatica della Calabria (Palmi) con la direzione artistica di Luciano Lucignani. Partecipa a stage esteri presso l’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica di Varsavia e presso la Scuola d’Arte Drammatica di Berlino. Tra gli ultimi seminari di specializzazione Il giardino dei ciliegi condotto da Nicolaj Karpoff, Playing Shakespeare diretto da Bruce Myers; Homo Stupidens diretto da Pierre Byland. Negli ultimi dieci anni alterna il suo lavoro di attore e regista sia in Teatro che in Cinema. Tra le regie teatrali: Lunga Notte di Medea di Corrado Alvaro, Elektra di H. V. Hofmannsthal, l’Orso di Cechov, Cecè di Luigi Pirandello, Frammenti d’Autore da Gente in Aspromonte di Corrado Alvaro, 1908 ore 05:20 Terremoto di D. Loddo, Un Curioso Accidente di C. Goldoni, Processo a Gesù di Diego Fabbri, Come Lui Mentì al Marito di Lei di G.B. Shaw, la Proposta di Matrimonio di Cechov, Alfa e Omega di M. Milasi, D. Loddo. Molti degli spettacoli diretti sono stati selezionati in importanti festival e rassegne. Sempre per il Teatro è direttore organizzativo del Globo Teatro Festival. In breve come regista per il cinema e l’audiovisivo: è tra i fondatori della Ram Film, è aiuto regista del maestro Vittorio De Seta nel cortometraggio Articolo 23 prodotto per il Film Collettivo sulla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani All Human Rights For All, è direttore organizzativo del Pentedattilo Film Festival, festival internazionale di cortometraggi giunto alla decima edizione. Dirige diversi cortometraggi tra cui L’Umanità Scalza (The Barefoot Humanity), in selezione ufficiale in numerosi festival cinematografici come il prestigioso Cinequest Film Festival (Oscar Qualifying Festival – Silicon Valley) e il Festival De Cine De Bogotà 2012, vincitore tra l’altro della Honorable Mention ai Los Angeles Movie Awards 2011, della Special Prize Mention allo Sqhip Film festival 2012, miglior regia al New York Filmakers Festival. Produce e interpreta nel ruolo di Bordiga il docufilm “Gramsci 44” regia E. Barbucci, fotografia di Daniele Ciprì (in collaborazione con “Sensi Contemporanei” – Sicilia Film Commission) uscita nei cinema da febbraio 2016, selezionato in vari festival tra cui il Cinema Italiano visto da Milano e Lucca Film Festival 2016, in proiezione presso prestigiose Università tra cui il Colleggio Borromeo di Pavia alla presenza del professor Gianni Francioni, la Rassegna MILF 3.0 Università della Calabria, e presso Providence (USA) Italian Studies – Brown University.

 Domenico Loddo – coautore 

Scrittore e fumettista, ha all’attivo diverse pubblicazioni: “Recitativo per la Memoria“ ( Jason Editrice, 1999); “Esercizi Materiali” raccolta di racconti (Edizioni Città del Sole, 2007); “Frammenti Tellurici” (Edizioni Città del Sole, 2008); “Lo Sbronzo di Riace” (Edizioni Parole Appese, 2009; “Stupor Stupri” (Edizioni Città del Sole, 2012). Tra le sue opere teatrali: “1908 ore 5 e 20: Terremoto!” 2008-2009; “Esercizi Materiali Suite – 7 racconti in jazz” 2009-2012 Per il video: scrive i testi voce off “Stand in G” installazione interattiva sui quattro elementi naturali (per Ram Film). Tra i riconoscimenti: “Comparse” è un fumetto classificatosi terzo al concorso “Artoon’s” di Roma edizione 2000; “L’affinità del suono” è un racconto classificatosi secondo al concorso “Sulle rotte del caffè” di Genova nel 2001, con conseguente pubblicazione in una raccolta dei racconti finalisti; “Il custode dei venti” è il racconto vincitore del premio “Regium Julii – Inedito” edizione 2006; “Capovolto” è il racconto vincitore del Premio “San Gaetano Catanoso” edizione 2013.