La Sinfonica Giovanile ai Musei Vaticani ed in Toscana

foto per stampaSi è recentemente conclusa la mini tournée estiva tenuta dall’Orchestra Sinfonica Giovanile della Calabria, ensemble strumentale nato all’interno di MUSICA INSIEME – Associazione Culturale Musicale Giovanile della Piana con sede a Gioia Tauro (Rc). I ragazzi, sotto lo sguardo vigile del direttore artistico del complesso prof.ssa Caterina Genovese e del Coordinatore artistico, prof.ssa Stefania Prota, sono stati impegnati in una serie di eventi di notevole pregio artistico. Venerdì 21 luglio 2017 hanno realizzato un concerto nel Cortile della Pigna dei Musei Vaticani (ROMA), evento organizzato dal CIDIM (Comitato Nazionale Italiano di Musica) in collaborazione con il Governatorato dello Stato Città del Vaticano, Direzione dei Musei (nell’ambito del progetto SUONO ITALIANO), mentre sabato 22 luglio sono stati presenti a Siena all’interno della Collegiata di S. Maria in Provenzano per un evento sinfonico organizzato dall’Associazione Corale Agostino Agazzari. Gli eventi si sono conclusi domenica 23 luglio nella cornice del Duomo di Arezzo in un concerto Sinfonico Corale organizzato dall’Associazione Cori della Toscana ed al quale hanno partecipato anche numerosissime formazioni corali di quella regione.

Numerosi e di diversa estrazione i brani eseguiti: musica sinfonica, musica da film, classici napoletani, musica sacra ed altro (Beethoven, Gounod, Bach, Mozart, Morricone sono solo alcuni degli autori in programma). Gli eventi sono stati diretti dal M. Ferruccio Messinese, musicista lametino con alle spalle un variagato e ricco curriculum. Hanno partecipato agli eventi anche i soprani Claudia Cuomo ed Elisabetta Materazzi, eseguendo il Panis Angelicus di Franck e l’Ave Maria di Vavilov. A conclusione, una riflessione della prof.ssa. Genovese e della prof.ssa Prota: “Siamo veramente contente del percorso che stanno facendo questi ragazzi. Abbiamo letto negli occhi delle persone che ci hanno ascoltati lo stupore nel vedere musicisti così piccoli di età alle prese con pagine importanti del repertorio sinfonico; nella nostra orchestra infatti sono presenti anche numerosi ragazzi che frequentano ancora la scuola secondaria di primo grado. Speriamo che il futuro possa consentire a noi tutti di poter operare in questa direzione in modo da poter contribuire sempre più alla realizzazione dei loro sogni. Intendiamo ringraziare gli organizzatori, tutti coloro che si sono adoperati nell’allestimento dei vari eventi e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione degli stessi”.