Insediato il nuovo procuratore generale di Reggio Calabria

tribunale-di-reggio-calabriaCon una cerimonia sobria e veloce, come egli stesso aveva chiesto al presidente della Corte d’Appello Luciano Gerardis, Bernardo Petralia, gia’ procuratore aggiunto a Palermo, ha assunto formalmente la direzione della Procura generale della Corte d’appello di Reggio Calabria. Nell’aula ‘De Caridi’ del vecchio palazzo di Giustizia, Petralia e’ stato accolto da numerosi magistrati, tra i quali il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, il prefetto Michele di Bari, il sindaco Giuseppe Falcomata’, l’arcivescovo Giuseppe Morosini, il questore Raffaele Grassi ed i vertici dei carabinieri della Calabria. “Il nuovo procuratore generale – ha detto Gerardis – viene da una realta’ molto simile alla nostra, che conosce benissimo anche per essere stato membro del Csm dal 2006 al 2010″. Il prefetto Di Bari, ha sottolineato come “Reggio e la Calabria necessitano di lavoro ma anche di rigore e trasparenza e si palesa quotidianamente criticita’ abnormi che mettono in discussione la capacita’ stessa di intervento dei comuni”. “Qualcuno ha detto – ha sostenuto Petralia – che bisogna tagliare il giudizio di secondo grado, ma si tratta invece di un patrimonio da consolidare per il suo stesso valore democratico. Il mio lavoro e quello del mio ufficio sara’ di improntare l’azione giudiziaria affinche’ i cittadini possano ottenere giustizia e sicurezza in tempi rapidi. Il nostro obiettivo sara’ di totale e costante confronto con i giudici di primo grado in totale condivisione e compartecipazione delle procedure. Non e’ mia intenzione improntare il mio rapporto con i colleghi su linee gerarchiche ma con loro avviero’ un sistema di confronto, di riunioni, per stabilire tutti insieme come sia attuabile velocizzare le decisioni perche’ questa terra e’ terra di emergenza criminale, per assicurare alla giustizia che delinque e proteggere i cittadini”. “Ai cittadini di Reggio Calabria – ha concluso Petralia – rivolgo il mio saluto e comunico loro che la mia porta sara’ sempre aperta, al piu’ derelitto di loro o a chiunque altro”. Petralia, come prima decisione, ha gia’ disposto l’apertura degli uffici della cancelleria della Corte d’Appello tutti i giorni dalle ore 8 alle 20.