Incontro Camera di commercio di Reggio Calabria e Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino

camera_commercio_reggio_calabriaNei giorni scorsi una delegazione dell’ONAV – Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino, composta dal Direttore nazionale Michele Alessandria, dal Delegato e dal Vice Delegato della Sezione provinciale di Reggio Calabria Carmelo Romeo e Franco Moscato, è stata ricevuta presso la sede della Camera di commercio di Reggio Calabria dal Presidente della Camera Antonino Tramontana. L’incontro ha rappresentato l’occasione per uno scambio di esperienze e per la condivisione di un percorso comune finalizzato alla promozione e valorizzazione della filiera viti-vinicola. “La Camera di commercio svolge importanti funzioni per la filiera viti-vinicola – ha dichiarato il Presidente Tramontana. Dall’attività di Organismo di controllo accreditato dal Ministero per la certificazione dei vini a D.O. e I.G. della Città Metropolitana di Reggio Calabria, alla promozione di forme di collaborazione tra i vari attori del territorio ed il sistema produttivo per la qualificazione e la valorizzazione della produzione enologica reggina e calabrese. Da parte mia – ha proseguito il Presidente Tramontana – desidero rivolgere un plauso all’ONAV per il meritorio impegno profuso per la promozione della cultura del vino e per la fondamentale attività di qualificazione e formazione di tecnici ed esperti degustatori che forniscono, tra l’altro, un importante contributo nell’ambito della Commissione di degustazione dei vini della Camera di commercio, chiamata a garantire il rispetto dei requisiti organolettici dei vini a D.O., di cui fanno parte proprio i delegati provinciali ONAV Carmelo Romeo e Franco Moscato”. L’importanza di attivare forme di collaborazione per fare sistema e stimolare la crescita del territorio è un pensiero condiviso anche dal Direttore nazionale ONAV, l’enologo Michele Alessandria. “Obiettivo dell’ONAV – ha dichiarato il Direttore Alessandria – è quello di fare gruppo, di mettere in relazione assaggiatori e imprese, in modo che gli assaggiatori fungano da stimolo per il produttore e lo aiutino a migliorare la qualità della performance produttiva. In questa direzione, è particolarmente importante il risultato raggiunto nella provincia di Reggio Calabria dove sono stati complessivamente formati 500 assaggiatori. Conosco la Calabria e i vini calabresi da tempo – ha proseguito il Direttore Alessandria – e devo dire che in questi ultimi anni si è registrato un progressivo adeguamento agli standard nazionali e un netto accrescimento tecnico e qualitativo del prodotto. Rispetto a 10 anni fa, ad esempio, devo rilevare con soddisfazione come i bianchi calabresi si stiano caratterizzando per una considerevole freschezza ed i rossi per una fragranza particolarmente pregevole”. L’incontro si è concluso con la disponibilità tra le parti di attivare iniziative congiunte e sinergiche per la promozione dei vitigni autoctoni e la valorizzazione del territorio e delle sue peculiarità con una visione aperta al mondo ed al mercato enologico internazionale.