Incendi a Messina, la rabbia dei residenti di San Michele: “un’emergenza consumatasi nella più totale indifferenza dell’Amministrazione”

Incendi a Messina, residenti di San Michele abbandonati: “nessuno è venuto a chiedere se avevamo bisogno di aiuto

incendio a messina san michele (20)Riportiamo di seguito la lettera di una cittadina residente a San Michele indirizzata al Sindaco, in merito all’emergenza incendi che da domenica non dà tregua alla città di Messina.

Caro sindaco,
da cittadina messinese nonché abitante del villaggio San Michele, mi chiedo “ma dove sei?!?” Oggi che la tua città è in ginocchio… messa a ferro e fuoco da mani indegne di essere definite tali, tu dove sei?!? Me lo chiedo ora che sento passare sulla mia testa l’ ennesimo canadair, adesso che sono chiusa in casa con i miei bambini perché fuori da 3 giorni c’è un aria irrespirabile… tu che fai??? Lo so… probabilmente non puoi fare niente di concreto ma potresti sostenere i tuoi ” fratelli” messinesi… invece di te neppure l’ ombra…
In questi giorni insieme alle nostre montagne stanno bruciando anche tutte le aspettative di coloro che ti hanno votato sperando che con te Messina avrebbe avuto un futuro migliore… L’ aria più difficile da respirare è quella delle montagne che bruciano, della spazzatura per strada, dell’ emergenza idrica, di una viabilità disastrata… ma vabbè… abbiamo la pista ciclabile.. vero!!! Messina ha fallito! Anzi i messinesi hanno fallito credendo che una persona proveniente “dal basso” potesse far cambiare l’aria che già si respirava! 
Che cosa mi sarei aspettata in questa situazione?!? Boh!!! Forse che qualcuno fosse salito a vedere come stavamo noi, che avesse messo a disposizione posti dove andare a respirare un po’ di aria più pulita o anche solo qualcuno che avesse fatto sentire la sua presenza… come avrebbe fatto qualsiasi padre nei confronti dei propri figli. 
Non abbiamo il fango nelle case… ma abbiamo il fumo, l’aria contaminata che non ci fa respirare, noi e i nostri figli, i nostri anziani… noi comuni cittadini di una città senza alcuna guida! Forse aspettative troppo alte le mie… ma vedere che tutto ciò sta succedendo nella totale indifferenza delle amministrazioni è il boccone più amaro da mandare giù! 
Grazie oggi ai Vigili del Fuoco in primis e a tutti coloro che stanno dando l’ anima per far si che questo incubo finisca …
E speriamo che qualcuno capisca che non bastano i buoni propositi e che la realtà è diversa dal sogno… il Tibet è lontano… difficilmente possiamo aiutarlo ma Messina e i suoi cittadini è qui… combattiamo per lei!!!” 

Tindara Morabito