Fotografi protagonisti nel borgo di Gallicianò [FOTO]

gallicianò (5)E’ stato un fine settimana molto intenso quello appena trascorso a Gallicianò.

Dalla sinergia tra le associazioni “Gallicianò Centro studi Grecofoco” ed “Il Giardino di Morgana” è nato il 3’ Weekend Grecanico destinato ai fotografi, una tappa di avvicinamento alla serata del 10 di Agosto che vedrà tante realtà coinvolte nel piccolo borgo grecanico considerato l’acropoli dei greci di Calabria.

Sabato mattina con Enzo Lacopo di Lente Locale (quotidiano della locride) si è realizzato uno servizio speciale sul borgo con interviste ed approfondimenti ed infine con un volo di drone per carpire suggestive immagini dell’intero abitato.

Le attività del Weekend sono poi entrate nel vivo nel primo pomeriggio con l’arrivo dei fotografi i quali dopo essersi sistemati nei vari alloggi hanno intrapreso il primo trekking previsto, quello nel cuore della fiumara Amendolea con destinazione l’antico mulino di Focolio.

I fotografi, seguiti in questa escursione da Domenico Guarna (presidente dell’ass. Il Giardino di Morgana), Rosy Rodà e Giovanni Maesano (rispettivamente vicepresidente di dell’ass. Gallicianò Centro Studi Grecofono e socio della stessa associazione), hanno avuto la possibilità di compenetrarsi in un ambiente suggestivo ed unico nel cuore pulsante della Calabria Greca.

La fatica della salita del ritorno è stata poi premiata con la cena presso la Trattoria Greca con pietanze tipiche della nostra tradizione, momento di convivialità che ha permesso ai partecipanti di scambiarsi le prime impressioni sull’esperienza, prima di lasciarsi andare ai ritmi dei suoni della tradizione greca.

La domenica le attività hanno previsto una sveglia molto anticipata per poter assistere alle attività della panificazione in uno dei forni storici del borgo con colazione consumata presso il teatro Bartolomeo I.

Il secondo momento della mattinata è stata la produzione del formaggio e della ricotta e successivamente l’assaggio di questi prodotti con il pane appena preparato.

La domenica ha anche registrato l’arrivo del giovane presidente della Pro-loco di Brancaleone Carmine Verduci, segno tangibile di condivisione e sostegno tra giovani realtà che si vanno consolidando sul territorio con il fine di realizzare un saldo networking di promozione della nostra terra.

Dopo pranzo il secondo Trekking vedeva come meta la località Grecia, sede di un antico monastero di cui oggi permangono i ruderi, segni indelebili di un passato da riscoprire. Grecia peraltro offre panorami unici e suggestivi, sull’intera vallata dell’Amendolea.

Al rientro al borgo il rompete le righe con un carico di emozioni e suggestioni apprezzabili già dai primi scatti dei bravissimi fotografi intervenuti ad oggi reperibili sui canali social delle associazioni promotrici.  I fotografi adesso, con la loro bravura nel carpire gli attimi di questa esperienza, diverranno ambasciatori di questo borgo unico.

Per Rosy Rodà del centro studi grecofono, “L’ultimo weekend d’arte grecanico, ha visto la fotografia regina di Gallicianò l’Acropoli della Magna Grecia. Aver avuto, con me fotografi affermati e giovani esordienti è stato motivo di grande soddisfazione. Entrambi ci hanno trasmesso l’amore per la fotografia, ed a loro abbiamo cercato di trasmettere l’amore verso questo luogo che trasuda di storia millenaria”.

Soddisfatto anche Domenico Guarna, presidente dell’ass. Il Giardino di Morgana per il quale “la realizzazione di queste attività in sinergia con gli amici del centro studi è la dimostrazione di come la condivisione delle idee può divenire un volano per la nostra terra, le contrapposizioni sterili negli anni hanno lasciato macerie. Abbiamo bisogno di giovani come Rosy, per far camminare le idee di sviluppo di quest’angolo di Calabria. Da storico poi ritornare in questo borgo è sempre motivo di crescita professionale ed umana”.