FIP Calabria: promozione in serie B Maschile dell’arbitro Rosa Anna Nocera

Grande risultato per la FIP Calabria promossa in Serie B con Rosa Anna Nocera che esprime tutta la sua soddisfazione

rosa anna nocera-2Un risultato importantissimo per tutto il movimento in rosa del basket calabrese. Grande soddisfazione per il Cia Calabria che conferma il buon lavoro fin qui svolto con la promozione in serie B Maschile dell’arbitro Rosa Anna Nocera di Catanzaro fischietto che, nella scorsa stagione è sceso in campo in C Silver Calabria ed A1 Femminile. La stessa si è unita nelle categorie Nazionali, ai riconfermati Alberto Scrima (CZ) e Michele Capurro (RC) in Serie A2; Giuseppe Scarfò (Palmi) e Francesco Praticò (RC) in B Maschile, quest’ultimo in fascia promozione per l’A2 nella stagione appena terminata.
Abbiamo ascoltato il fischietto in rosa. Un suo commento per questo importantissimo salto di categoria?
E’ andata bene.Il risultato è stato lavorato e sudato nella progettualità degli ultimi tre anni. Una bella notizia ed una bella possibilità per andare avanti.
Durante il Basket Rosa Day, kèrmesse federale che ha ospitato a Reggio Calabria il vice-presidente nazionale della Fip Mara Invernizzi, Rosa Anna Nocera è stata premiata per questo importante risultato. Ha qualche messaggio da consigliere alle giovani arbitro in rosa che si affacciano al basket?
Arbitrare non è una cosa semplice.
Per una ragazza è tutto un po più complicato considerando che l’ambiente è indubbiamente maschilista.
Mi fa piacere che esistano ragazze che stanno provando a percorrere questa strada: il mio consiglio è quello di non farsi abbattere da niente e da nessuno.
Se lo vogliono devono lavorare: con il lavoro e sacrificio gli obiettivi si raggiungono.
Durante l’estate il basket non si ferma. E’ stata impegnata nel ruolo di istruttore e coordinatore in svariati tornei giovanili, uno su tutti il Torneo Nazionale di Soverato. Un suo commento?
I giovani arbitri sono andati molto bene. Nelle manifestazioni minibasket, contrariamente a quanto si può pensare non è facile arbitrare queste gare così come in quelle delle prime fasce giovanili considerando che sono tante le violazioni che possono essere riscontrate.
Salto di categoria: volo in Serie B cosa si aspetta?
Ancora non so bene cosa posso aspettarmi. I campionati sono sempre in continua evoluzione.
La B nazionale ha sempre privilegiato il lavoro sui giovani italiani: mi aspetto un campionato combattuto perché è da sempre una finestra per i giocatori ed anche per noi arbitri.
Il movimento femminile prova a scuotersi grazie ai canestri di atlete come Cecilia Zandalasini ed un network in continua crescita. Che momento sta vivendo a suo avviso il basket in rosa?
Il basket femminile è un movimento molto diverso dalla  maschile ma, anche in questo caso si stanno avendo maggiori attenzioni e continui tentativi di riscossa.
Le dirette televisive aiutano tanto a rendere più appetibile lo sport..
C’è tanto bisogno di far vedere ed ammirare il basket femminile: non è un altro sport rispetto alla maschile, è sempre pallacanestro e come tale può regalare grandissime emozioni.