Esercizio abusivo della caccia: bloccate quattro persone in Calabria

Quattro persone sono state fermate nel catanzarese per esercizio abusivo della caccia ed uccisione di animali

cinghialeEsercitavano abusivamente la caccia e uccidevano gli animali con crudeltà. Per questo motivo quattro persone di Gimigliano, nel catanzerese, sono state fermate dai carabinieri della forestale di Taverna mentre trasportavano la carcassa di un cinghiale appena ucciso. L’animale presentava gravi lesioni alla testa ed un laccio attorno all’addome con il quale era stato intrappolato. I militari hanno contattato il competente servizio dell’Azienda sanitaria provinciale e sequestrato la carcassa dell’animale, con la successiva emissione di un’ordinanza di termodistruzione da parte del sindaco di Gimigliano quale autorità sanitaria.