Emergenza sangue a Reggio Calabria, l’appello di Martorano: “donate, prima o poi tutti potremmo averne bisogno”

La mancanza di sangue rischia mettere a rischio la continuità assistenziale e compromettere l’efficacia del sistema sanitario della città, la Fil di Reggio Calabria: ” chi è in buona salute si adoperi per quest’atto di generosità”

donare-sangueIl segretario generale della Fil di Reggio Calabria, rag. Giuseppe Martorano, lancia un appello di solidarietà a tutti gli iscritti al sindacato, per rispondere all’emergenza sangue lanciata prima dal dr. Trimarchi, referente per il servizio trasfusionale presso il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria e poi dal prefetto Michele Di Bari.

Il segretario generale ha subito donato il sangue personalmente, ma le donazioni da parte di una stessa persona devono essere separate da intervalli di tempo piuttosto lunghi quindi occorre un atto di solidarietà generale e diffuso.

La mancanza di sangue rischia mettere a rischio la continuità assistenziale e compromettere l’efficacia del sistema sanitario in città.

“Dedicate un po’ di tempo a questo” invita il segretario Martorano: “Il sangue non può essere venduto o comprato: deve essere donato, e farlo è un atto di generosità tra sconosciuti, è un comportamento necessario in una società civile. Chi è in buona salute deve valutare questa possibilità: tutti prima o poi potremmo averne bisogno.” E’ possibile avere informazioni presso le sedi istituzionali di raccolta sangue, Ospedale “Morelli”, Adspem o Centro prelievi Avis, tutti i giorni dalle 8 alle 11.30.