Emergenza incendi Reggio Calabria: l’Unità di crisi attivata dal Prefetto continua ad operare

incendio a messina san michele (18)Prosegue l’attività di coordinamento delle operazioni antincendio da parte dell’Unità di crisi istituita dal pomeriggio dello scorso 9 luglio dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari. Dalle prime ore dell’odierno pomeriggio altri incendi sono divampati nel comune di Mammola, in località Crasto o Icona, dove le fiamme hanno interessato una pineta, nel comune di Palmi, in località Sant’Elia, dove ha preso fuoco un uliveto, nei comuni di Cittanova e Santa Cristina d’Aspromonte dove sono state interessate delle leccete, ad Agnana Calabra, località Bosco, e a Reggio Calabria, frazioni Ortì ed Arghillà. In particolare, nel Capoluogo, un incendio ha lambito la struttura di accoglienza per migranti sita in località Ortì tanto che si è reso necessario trasferire momentaneamente i predetti presso il locale campo sportivo. I migranti, una volta estinto l’incendio, hanno fatto rientro presso il centro ove sono in atto ospitati. Ad Ecolandia, nella frazione Arghillà, le fiamme hanno invece interessato un ristorante e sono state estinte dagli agenti di un volante della Questura. In località Limina del comune di Mammola continua, senza sosta, l’intervento di un DOS e di un Canadair, così come in località Zomaro del comune di Cittanova dove sono presenti gli operatori di Calabria Verde e i volontari dell’Ente Parco Nazionale d’Aspromonte. Una squadra di volontari dello stesso Ente è intervenuta nel Comune di Santa Cristina d’Aspromonte per lo spegnimento di un incendio che ha coinvolto una lecceta. Nel comune di Palmi è in atto operante un DOS (Direttore Operazioni Spegnimento) e una squadra dei Vigili del Fuoco e un velivolo Canadair. Dal pomeriggio si contano 15 interventi dei Vigili del Fuoco con l’impiego di 4 DOS e 11 squadre del comprensorio provinciale. L’Unità di crisi continuerà ad operare fino a cessate esigenze ed è in costante contatto con la Sala operativa della Protezione Civile Regionale e il Dipartimento della Protezione Civile nazionale.