Emergenza incendi in Sicilia: “la Regione inadeguata a gestire l’emergenza”

incendio messina (3)La Sicilia ha una superficie boschiva di oltre 500.000 ettari ed 80 Riserve Naturali pari al 19% dell’intera superficie dell’isola. Questo enorme patrimonio naturale, in grado di diventare volano dell’economia dell’isola solo se i nostri superpolitici fossero in grado di capirne le potenzialità economiche, ambientali e sociali, come ogni anno, in estate, viene in parte distrutto dalle fiamme. Il Governo Regionale ogni anno si stupisce del problema come se non è ormai assodato che ad ogni estate iniziano gli incendi dei nostri boschi. Il Sinalp Sicilia dice basta alla inadeguatezza di questa classe politica nella gestione delle emergenze. Perchè il governo non provvede, in tempo utile, a programmare le azioni del reparto antincendio formato da 7.500 lavoratori forestali che pur avendo superato l’età media dei 45/50 anni sono sempre pronti a dare il meglio, anche a rischio della propria vita, nell’affrontare tali emergenze? Diffidiamo il Governo Regionale di addossare le responsabilità dei disastri di questi giorni sui lavoratori del comparto antincendio. Dove sono i finanziamenti promessi ma ad oggi non erogati per la pulizia delle fiumare, per le operazioni di diserbo e prevenzione incendi delle aree archeologiche ed altri interventi necessari per difendere il nostro patrimonio boschivo? Forse il Presidente Crocetta è convinto che basta inviare nelle zone di crisi i forestali con dei semplici cucchiaini da caffè per domare le fiamme? Dove sono le attrezzature, le divise ignifughe, i mezzi ed il loro carburante per far diventare il nucleo di lavoratori dell’antincendio da “spreco di denaro” o per meglio dire “bacino elettorale del demiurgo di turno” a risorse in grado di produrre e sviluppare economia? Perchè dobbiamo assistere ad ogni estate alla sistematica distruzione di bellissimi boschi e macchia mediterranea? Presidente Crocetta, vogliamo sapere di chi è la colpa di tanto pressapochismo per non dire di criminale volontà distruttiva della nostra isola, ed individuati i colpevoli comunichi i nominativi alla Magistratura affinchè finalmente paghino la loro stolta incompetenza. Attendiamo risposte e fatti concreti senza attendere la campagna elettorale per ascoltare le solite stupidaggini ideologiche che hanno distrutto la nostra isola“- scrive in una nota il Segretario Regionale Sinalp.