È Melillo il nuovo capo della procura di Napoli, Cafiero De Raho resta a Reggio Calabria

cafiero-de-raho-1È Giovanni Melillo il nuovo capo della procura di Napoli. Lo ha stabilito, votando a maggioranza, dopo una lunga discussione, il plenum del Csm. L’ex capo di gabinetto del ministro Orlando, poi sostituto pg di Roma, andrà a dirigere la Procura più grande d’Italia, con 9 aggiunti e 97 sostituti. Melillo ha prevalso per 14 voti a 9, con due astenuti, sul procuratore di Reggio Calabria, Federico Cafiero de Raho. Foggiano, 57 anni, Melillo è al suo primo incarico di capo di una Procura, pur avendo ricoperto a lungo il ruolo di procuratore aggiunto, sempre a Napoli. È stato prima pretore poi pm e sostituto alla Dna. Il ministro Orlando nel 2014 l’ha chiamato al ministero, dove per tre anni è stato capo di gabinetto. Il magistrato è poi tornato in ruolo a marzo ed è stato nominato sostituto procuratore generale di Roma. Melillo è stato in corsa anche per la procura di Milano, ma ritirò la sua candidatura prima del voto del Csm per Francesco Greco.