Divieto di fumo in spiaggia: 9 italiani su 10 favorevoli

mozziconi-sigarette-spiaggia-640x420Da un recente sondaggio del Codacons 9 italiani su 10 sono favorevoli all’estensione del divieto di fumo su tutte le spiagge italiane. Codacons: “I dati parlano chiaro, una recente ricerca dell’Istituto Nazionale dei Tumori dimostra che il fumo di 2 sigarette a 5 metri sottovento può produrre polveri sottili tossiche 7 volte maggiori dei valori di base. In spiaggia, sotto gli ombrelloni, dove le persone sono così a contatto le une con le altre si crea una concentrazione di fumo di sigaretta particolarmente pericoloso. I dati dicono che sono in aumento i tumori polmonari sui non fumatori, segno che è sempre più importante garantire la salubrità dell’aria che respiriamo.” Per l’OMS ogni anno muoiono 600mila persone non fumatori, per l’effetto del fumo passivo; il fumo uccide una persona ogni sei secondi ed è a tutti gli effetti un’epidemia fra le peggiori mai affrontate a livello globale. Il totale dei decessi entro il 2030 potrebbe raggiungere quota 8 milioni all’anno e si stima che nel XXI secolo il tabagismo avrà causato fino a un miliardo di morti. Intervenire subito proibendo il fumo in spiaggia può salvare delle vite; il Codacons chiede al Ministero della Salute l’adozione di una circolare che estenda il divieto su tutte le spiagge italiane.