Detenzione abusiva di armi e furto aggravato: un arresto nel reggino [NOME, FOTO e DETTAGLI]

Tratto in arresto in flagranza dei reati di detenzione abusiva di armi, furto aggravato e detenzione di arma clandestina, Giuseppe Cutrì, 48enne, noto alle forze dell’ordine

Carabinieri RadiomobileNella mattinata di sabato 8 luglio 2017, in Sant’Eufemia D’Aspromonte (Rc), i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di servizio di controllo del territorio, disposto dalla Compagnia Carabinieri di Palmi (Rc) diretta dal Capitano Antonino Spinnato, hanno tratto in arresto in flagranza dei reati di detenzione abusiva di armi, furto aggravato e detenzione di arma clandestina:

CUTRI’ Giuseppe 48enne del luogo, noto alle forze dell’ordine.

I militari operanti, nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione dell’uomo rinvenivano, occultato verosimilmente in epoca recente all’interno di arredamento vario, n. 1 fucile del tipo doppietta calibro 16 – non censito in banca dati ff.pp. – di illecita detenzione.

Cutrì Giuseppe

Cutrì Giuseppe

L’arma rinvenuta è stata sottoposta a sequestro.

Nel medesimo contesto veniva altresi’ accertata la presenza di un cavo elettrico, collegato alla rete di ditribuzione pubblica, che consentiva l’illecita erogazione di energia elettrica.

L’arrestato, al termine delle formalita’ di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione di residenza ove permarra’ in regime arresti domiciliari su disposizione della competente Autorità Giudiziaria.