Cosenza: aperto il collegamento viario Serra Spiga-Mendicino

Apertura strada Serra SpigaIl sindaco Mario Occhiuto ha presenziato questa mattina all’apertura del collegamento stradale che dalla salita adiacente lo svincolo di Cosenza Sud, passando da Serra Spiga, conduce a Mendicino. Insieme all’assessore ai Lavori pubblici, Francesco Caruso, e ai tecnici di palazzo dei Bruzi, il primo cittadino ha simbolicamente tagliato il nastro di una bretella viaria utile ad abbreviare i tempi di attraversamento nel suddetto tratto. Ora, ultimata l’opera e tolte le transenne, la strada è finalmente percorribile. In futuro sono previsti nuovi interventi per l’adeguamento fino al Comune di Castrolibero, già inseriti specificamente nell’ultimo accordo quadro con la Regione Calabria. “Questa idea di rendere più agevole il traffico con strade laterali che non attraversano all’interno la città e che collegano vari punti – ha detto il sindaco Mario Occhiuto – sta andando avanti secondo la nostra programmazione. Anche su via dell’Accoglienza stiamo per completare la realizzazione dell’altra strada qui a valle, pure quella sarà infatti collegata con questo tratto di Serra Spiga. Ovviamente si agevola molto, così, lo scorrimento del traffico veicolare all’interno della città. Noi cerchiamo di portare avanti le buone pratiche in tutto il territorio cittadino, compresi i quartieri periferici costruiti negli anni ’70, che hanno avuto un criterio di costruzione urbanistica non proprio auspicabile. Attraverso progetti sulla mobilità e con il riefficientamento dei servizi cerchiamo ora di inserire i quartieri periferici nel contesto urbano, secondo il principio di democrazia urbana che fa sì che tutti i cittadini, indipendentemente dalla zona in cui abitano, possano sentirsi a tutti gli effetti parte di questa città”.

Di seguito, i dati tecnici:

Il collegamento viario Svincolo Autostradale – Serra Spiga – Castrolibero è stato incluso, relativamente all’importo di € 2’000’000,00, tra gli interventi programmati nell’ambito del II ATTO INTEGRATIVO ALL’ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO SISTEMA DELLE INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO, stipulato tra il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporto, l’ANAS e la Regione Calabria del 23/12/08, riguardante il Programma di Mobilità Sostenibile, soprattutto per quanto attiene l’obiettivo di … promuovere la mobilità sostenibile nelle aree urbane regionali e nelle aree di conurbazione tra comuni contigui che presentano una significativa domanda di mobilità locale, al fine di ridurre l’impatto ambientale e i costi di trasporto delle persone e delle merci … (obiettivo specifico 6.1.2 del Quadro strategico Nazionale, Priorità n°6, oltre che POR FESR 2007-2013, Asse VI, 6.1.3). Il progetto esecutivo, pertanto, è relativo alla realizzazione del primo tratto della strada sopraindicata e all’adeguamento della viabilità esistente e rappresenta a sua volta, in realtà, una modifica del primo lotto, approvato nel maggio del 2006 (Det. Dir. n. 580 dell’8 maggio 2006) che, in ossequio alle previsioni sia del progetto preliminare e sia di quello definitivo, anch’essi già approvati, costituisce la prima parte della nuova viabilità progettata per affrontare i problemi di collegamento tra lo svincolo autostradale cittadino e le direttrici verso Castrolibero-Rende e Mendicino-Cerisano, comuni molto popolosi che gravitano intorno al capoluogo di provincia.  A causa del lungo periodo trascorso dalla citata approvazione, si è reso necessario adeguare il primo lotto funzionale, prima della gara d’appalto, sia dal punto di vista economico (aggiornamento del prezzario) che tecnico (nuova classificazione sismica del territorio) con conseguente modifica della consistenza dell’intervento, suddiviso, per mantenere inalterata la lunghezza originaria, in un tratto di nuova realizzazione, comunque funzionale e già in grado di fornire un valido contributo alla razionalizzazione del traffico verso il capoluogo da Mendicino e dai paesi vicini posti a sud-ovest di Cosenza, e un tratto che realizza un miglioramento della viabilità esistente mediante lavori sulla sovrastruttura viaria. Richiamando in toto quanto illustrato nel progetto esecutivo a base di gara, si conferma che, allo stato attuale, il flusso veicolare utilizza un collegamento stradale modesto ed insufficiente, ricavato da una vecchia strada interpoderale pressoché interdetta ai mezzi pesanti, che consente, comunque, a coloro che dalla città si recano a nord o che da questa direzione si recano verso l’ingresso autostradale, il superamento diretto dell’area cittadina, evitando di immettersi nella viabilità urbana vera e propria, salvo l’attraversamento del quartiere Serra Spiga. Ora, se da una parte la presenza di questa sorta di tangenziale spontanea che oltrepassa Cosenza da ovest è, nel complesso, positiva per la città, con meno auto circolanti lungo le strade del centro, di contro, l’aumento del traffico registrato di anno in anno lungo questa direttrice, oltre che evidenziarne i limiti profondi, sottopone la già modesta viabilità di quartiere ad un carico che essa non è in grado di sostenere e che, tra l’altro, si riversa a sua volta nel consistente flusso veicolare entrante in città da Rende e dalla SS.107. La situazione, peraltro, è destinata a peggiorare, non solo per l’inarrestabile aumento del traffico veicolare privato ma anche per lo sviluppo edilizio in atto da diversi anni nei Comuni di Mendicino e Cerisano. Il primo stralcio funzionale consentirà, per l’appunto, di intercettare il traffico prima dell’ingresso nel quartiere Serra Spiga, indirizzandolo direttamente in prossimità dello svincolo autostradale in modo, così, da diminuire tempi di percorrenza, smaltire adeguatamente il crescente volume di veicoli in transito e, non ultimo, alleggerire il traffico in entrata in città da nord.

Info sull’appalto: I lavori sono stati aggiudicati, originariamente, al Consorzio stabile AUSONIA – C.da Pezzullo, 33 – 89020 Melicucco (RC), con il ribasso del 41,333% e sono stati consegnati in data 14/01/2011. All’atto della ripresa dopo la seconda sospensione dei lavori, in data 05/07/2012, l’appaltatore firmava il relativo verbale con riserve del tutto infondate e pretestuose e, di fatto, non solo non adempiva all’ordine impartito ma abbandonava il cantiere e quanto realizzato senza preavviso Di seguito, dopo un fermo di oltre cinque anni, è stato appaltato il progetto di completamento dell’opera alla ditta Appalti Sud s.r.l., C.da Tufarelle – Marina di Ginosa (TA) che ha portato, sotto la guida dell’Amministrazione Occhiuto, a buon fine l’opera nei tempi previsti.