Controlli dei carabinieri a Cosenza: un arresto

carabinieriIn Montalto Uffugo (CS), i militari della Stazione Carabinieri di Lattarico, unitamente a quelli dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rende e della Stazione Carabinieri di San Pietro in Guarano, traevano in arresto un 19enne italiano nato in Germania per i reati di “Resistenza e Violenza a Pubblico Ufficiale”. I militari operanti, nel corso della nottata, in Lattarico (CS), notavano l’autovettura Suzuki Vitara sfrecciare pericolosamente. Ne nasceva un rocambolesco inseguimento durante il quale uno dei militari veniva scaraventato al suolo nel tentativo di controllare l’automobilista che, innescando una repentina retromarcia, si dava nuovamente a precipitosa fuga che si concludeva in località Taverna di Montalto Uffugo (CS) ove lo spericolato automobilista veniva bloccato dai militari di Lattarico con l’ausilio delle pattuglie dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rende e della Stazione Carabinieri di San Pietro in Guarano giunte rapidamente sul posto. Il giovane inoltre, sottoposto ad accertamento etilometrico, risultava con un tasso alcolemico nel sangue superiore ai limiti previsti dalla legge (1,42 g/l) e pertanto veniva deferito in stato di libertà anche per il reato di “Guida in stato di ebbrezza”. La patente di guida veniva immediatamente ritirata e l’autovettura affidata a persona idonea alla guida. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato riaccompagnato presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare. In Rende (CS), i militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rende, nel corso di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno del “Degrado Urbano”, segnalavano un 27enne di nazionalità nigeriana, per la violazione amministrativa di “Accattonaggio e Intralcio alla circolazione stradale”. I militari operanti, in Rende (CS), via della Resistenza, accertavano che il predetto mendicava in modo molesto in prossimità di un semaforo, creando intralcio e pericolo alla circolazione stradale. Al giovane veniva elevata la sanzione amministrativa di 50€.