Comunicato Curva Sud Reggina: il progetto “Dignità” è terminato, lunga vita agli Ultras

Il progetto Dignità termina di svolgere tutte le attività di curva e non sarà più il gruppo portante della Curva Sud Reggina

curva sudL’amore per la maglia amaranto è immenso, così come la passione per uno sport dai valori antichi non conosce confini, ma tutto questo ha un limite che si chiama Dignità.  Proprio come lo striscione che li rappresenta e che li accompagna in giro per l’Italia, presenti ovunque sempre per la maglia e per i colori di una città.  Come riportato sulla propria pagina facebook vivultrà significa saper  stare in un gruppo, vivere in simbiosi,  appartenere a qualcosa…in una realtà, quella Reggina, dove quel qualcosa è difficile averlo. La Curva Sud che ha vissuto  sempre tra tra lunghi silenzi e contestazioni, in coerenza con quanto accaduto nel corso degli anni, non porterà più avanti il progetto Dignità che ha contraddistinto la Curva Sud  Reggina in  tutti anni questi anni tra  difficoltà societarie e del movimento, dalla tessera all’ultimo diffidato.

CURVA SUD REgginaLa repressione aumenta ed allo stesso tempo manca il supporto della città, essere da soli ma coerenti contro chi pian piano sta emarginado l’appasionato di calcio ed il tifo in generale a favore di uno spettatore asettico, privo di goliardia, mentalità e tradizione. I violenti  o teppisti i mpegnati sette giorni su sette a lottare contro un sistema stravolto e che negli ultimi anni ha allontanato migliaia  di appasionati non ci saranno più. In una realtà che ha ben altri e gravi problemi, rispetto a chi accende un fumogeno, espone uno striscione o semplicemente lotta contro il sistema calcio in continuo mutamento: la dignità è stata messa però in discussione e non va persa mai e per nessun motivo.

“A malincuore e con tanto rammarico siamo dovuti arrivare ad una conclusione che mai avremmo voluto… chiediamo il rispetto della nostra scelta evitando di commentare quanto segue. Inoltre comunichiamo che a giorni questa pagina verrà rimossa.
Forza reggina.
Lunga vita agli ultras.