Cgil Reggio Calabria al fianco del sindaco Lucano: “si tenta di colpire il paese simbolo dell’accoglienza per attaccare in generale le politiche per i rifugiati”

domenico lucano sindaco di riaceLa Cgil Reggio Calabria – Locri è al fianco del sindaco di Riace Mimmo Lucano e di tutta l’eccellente rete di accoglienza espressa dalla comunità della locride, finiti sotto il vile attacco del Movimento Sociale – Fiamma Tricolore“- sostiene in una nota il Segretario Generale Mimma Pacifici.

Il sedicente gruppo politico, che evidentemente fonda la propria ideologia sull’odio razziale, ha organizzato una manifestazione per attaccare quanti aiutano bambini, donne e uomini in fuga dalle guerre e dalle persecuzioni ed un sindaco, Mimmo Lucano, non molto tempo fa inserito fra i 50 uomini più influenti del mondo dalla rivista Fortune”.

La CGIL apprende con soddisfazione che alla manifestazione di ispirazione neofascista hanno partecipato solamente 14 persone; ed è certa che se la contromanifestazione organizzata a sostegno di Mimmo Lucano e della rete di accoglienza di Riace non fosse stata proibita dalla Questura per motivi di ordine pubblico, avrebbe raccolto adesioni altissime.

Il Comune di Riace non gestisce semplicemente un Progetto SPRAR. Infatti ogni giorno arrivano rifugiati ed ogni giorno questi fratelli vengono accolti indipendentemente dalle quote o dai numeri previsti dalle Convenzioni, in coerenza con una mission inclusiva che fa dei migranti i protagonisti di un processo di sviluppo locale che ha salvato Riace dallo spopolamento, rendendola un vero e proprio fenomeno sociale e un modello di rilevanza internazionale.

Alla Cgil – continua ancora la Segretaria – è chiaro come si tenti di colpire il paese simbolo dell’accoglienza per attaccare in generale le politiche per i rifugiati. Non è casuale, infatti, che nei giorni scorsi, il capogruppo della Lega Nord Gianni Volpi abbia presentato in Senato un’interrogazione che, nel chiedere al ministro Minniti “chiarezza” su Riace, sosteneva l’ipotesi che nel comune della Locride si consumassero “irregolarità contabili ed amministrative”.

In realtà, l’ultima visita ispettiva svolta nel Comune di Riace si è conclusa con i complimenti dei funzionari all’amministrazione e alle associazioni coinvolte nei progetti”.

Per l’ennesima volta Mimmo Lucano e la rete dell’accoglienza della comunità di Riace hanno dimostrato che un altro tipo di accoglienza è possibile. Chapeau. La CGIL di Reggio Calabria – Locri non ha mai nutrito alcun dubbio a riguardo”.