Catanzaro: ecco chi sono i nuovi soci benemeriti dell’Accademia dei bronzi

Catanzaro, ecco i nuovi soci benemeriti dell’Accademia dei bronzi

foto soci benemeritiDopo aver nominato Michele Affidato socio honoris causa, l’Accademia dei bronzi ha scelto anche i nuovi soci benemeriti del 2017. Del sodalizio culturale catanzarese quest’anno entreranno a fare parte i poeti Mariella Bernio, Maria Concetta Giorgi, Rocco Pedatella, Caterina Tagliani e gli artisti Marcello La Neve e Giuseppe Rizzo. “La famiglia dell’Accademia dei Bronzi – ha dichiarato il presidente Vincenzo Ursini – diventa sempre più grande e allarga i suoi orizzonti culturali, accogliendo nuovi soci, tutti con ottime referenze nel settore delle lettere e delle arti. Tale nomina è assolutamente gratuita e non comporta alcun obbligo futuro tranne l’impegno morale di aderire alle eventuali successive iniziative della nostra associazione”. Mariella Bernio è nata in provincia di Cremona, ma risiede a Brugherio dove, tra l’altro, si occupa di volontariato all’interno di una Rsa. Scrittrice e poetessa, ha partecipato a numerosi concorsi ottenendo lusinghieri successi. Tra gli altri si è classificata al primo posto ai premi “La Tavolozza” di Mezzi di Pontedera e “Chimera d’Oriente” di Giffoni, mentre al Premio Alda Merini, nell’edizione 2014, si è classificata seconda. Sue poesie sono state inserite in varie antologie. Giorgi Maria Concetta, laureata in Lettere Moderne a Urbino, è nata a Ravenna e risiede a Cesenatico. È presente in alcuni e-book editi dalla “Scuola di Scrittura” di Roberto Agostini. Per Emma-Books suoi contributi sono stati inclusi in “Brevi ma bravi”, un’antologia di short stories. È curatrice dei volumi “Parole e immagini”, per il Calendario dell’Accademia dei Bronzi 2016, e “Repertorio di Arte e Poesia” . Ad agosto del 2016, nell’ambito della V edizione del premio Merini, ha ricevuto il primo premio per la sezione dedicata alla poetessa dei Navigli.

L’artista Marcello La Neve, nato a Windlesham (GB), risiede a Cerisano in provincia di Cosenza. Pittore di indiscussa qualità, ha all’attivo migliaia di opere, distribuite in qualificate gallerie d’Europa. Ha realizzato i ritratti di Anna Oxa, Rossana Casale, Patty Pravo e Michele Zarrillo. Il 6 maggio 2015, ha fatto dono di una sua opera, intitolata “Rosa Mistica”, a Sua Santità Papa Francesco. Un vero Maestro del colore e degli inchiostri con i quali realizza soggetti dal tratto deciso e delicato. Rocco Pedatella vive a Trezzano sul Naviglio. Scrittore, poeta e autore di testi per canzoni, abbina da sempre la passione dello scrivere alla sua attività di manager. Nella prosa è specializzato nel genere thriller. Con le Edizioni Ursini ha pubblicato i romanzi “Brividi a Sud” e “Il Giorno della Conflagrazione”. Con quest’ultima opera ha vinto il Premio Vivarium. Recentemente si è classificato al primo posto al concorso “CET Autori-Scuola di Mogol” con l’opera  “Fratelli di Nebbia”, poesia che lo scorso anno era stata premiata proprio al Premio Merini. Giuseppe Rizzo è pittore, poeta, scenografo e attore. Attualmente vive e opera a Ravanusa di Agrigento. Ha iniziato a disegnare fin dalla più tenera età, passione che ha coltivato nel tempo e che, nel 2013, lo ha portato a vincere, con un quadro dedicato alla sua Sicilia, un importante concorso di arte. Suoi quadri si trovano esposti in alcuni musei civici. “La mia pittura, – sottolinea – è una finestra aperta sul mondo e sul cuore”. “Con la speranza – aggiunge – che i sentimenti di chi legge o guarda le mie opere, sappiano incontrare quelli più reconditi e veri del  mio animo”.

Caterina Tagliani è nata a Crema ma dal 1983 risiede a Sellia Marina. Laureata in Pedagogia, ha conseguito un Master in Bioetica e Sessuologia. Scrive poesie e racconti. Segue il Premio Merini dall’edizione del 2010. Con Ursini, nel 2014, ha pubblicato il saggio di filosofia “Hannah Arendt, Libertà e Rivoluzione”; mentre nel 2016 ha dato alle stampe la silloge di poesie “Libero è il vento”. Ha curato alcune prefazioni e redatto testi critici di qualificate antologie letterarie. È, insomma, una delle più qualificate autrici della Calabria.