Calabria, Dieni: “gli ex vertici della Sogas restituiscano il denaro”

Sogas, Dieni: «Ex vertici restituiscano denaro»

Federica-Dieni«Gli ex vertici di Sogas restituiscano tutti i soldi che hanno intascato illegittimamente». Così la deputata del M5S Federica Dieni. «La Procura di Reggio Calabria – prosegue la parlamentare – ha chiesto il rinvio a giudizio per gli ex membri del cda della società che gestiva l’Aeroporto dello Stretto e del collegio sindacale. Secondo l’accusa, avrebbero truccato i bilanci per mantenere in vita una società effettivamente decotta, non perdere le concessioni aeroportuali e mantenere le loro faraoniche retribuzioni». «Questa vicenda – continua Dieni – è la fotografia più emblematica degli ultimi anni di gestione targata Sogas, una società i cui vertici, protetti da una politica compiacente, pensavano solo a ingrassare i loro conti in banca più che a trovare il modo di far ripartire uno scalo dalle grandi potenzialità». «Senza le false comunicazioni sociali degli amministratori dell’aeroporto – aggiunge la deputata 5 stelle –, la reale situazione di Sogas sarebbe emersa molti anni fa e forse si sarebbero potute trovare le soluzioni necessarie per mantenere invariato il traffico aereo e salvaguardare i posti di lavoro; invece, il “Tito Minniti” oggi è costretto a ripartire da zero sotto le cure di una società la cui “testa” si trova a Lamezia Terme, anziché a Reggio». «Adesso – conclude Dieni –, tutti i cittadini di Reggio e della Calabria si aspettano che la magistratura faccia piena luce su quanto avvenuto negli ultimi sei anni e che i responsabili del tracollo di Sogas restituiscano le centinaia di migliaia di euro che hanno incamerato in modo del tutto illegale».