Calabria, Arena: “la proposta di legge che vuole introdurre l’ideologia gender nelle scuole è incostituzionale”

Domenico Arena, Coordinatore Regionale del Movimento nazionale per la Sovranità, si scaglia contro chi ha presentato la proposta di legge che vuole introdurre l’ideologia gender nelle scuole

genderLa proposta di Legge presentata dal consigliere regionale Giudiceandrea, che vuole introdurre l’ideologia gender nei percorsi educativi e scolastici, è palesemente incostituzionale e mira, inesorabilmente, ad imporre ai minori e alle loro famiglie, modelli impropri e per nulla condivisi”. Lo afferma in una nota il Coordinatore Regionale del Movimento nazionale per la Sovranità Domenico Arena. “La nostra preoccupazione – continua Arena - è relativa alle modalità ed ai contenuti di una Legge inutile, che vuole obbligare, attraverso percorsi scolastici e non solo, ad influenzare scelte che dovrebbero essere garantite alla famiglia con strumenti procedurali concreti e già più volte richiesti. Ci schieriamo a strenua difesa della famiglia, supportati da prezioso e appassionato impegno dell’esponente del Direttivo Nazionale di MNS Francesca Giarmoleo e Gianfranco Amato del Popolo della Famiglia al fine di garantire ai minori e alle loro famiglie assoluta libertà di scelta e coscienza, senza alcun tipo di condizionamento, velato o imposto. E’ evidente come questa Legge sia inopportuna ed inattuale: le priorità della Calabria sono ben altre. E si chiamano lavoro e contrasto alla povertà, lotta alla criminalità ed alla corruzione, investimenti in infrastrutture e al miglioramento dell’accessibilità per una Regione completamente isolata dalle politiche del Governo. Questa Legge che ignora e anzi colpisce quel concetto di famiglia che storicamente ha costruito l’Italia e la regge, socialmente e culturalmente, con i nostri valori. Valori di cui siamo orgogliosi e che difenderemo senza esitazione da chi trincerandosi sotto i falsi vessilli della libertà e dell’indipendenza vuole imporci altri generi ed altri modelli” ha concluso il Coordinatore Regionale del Movimento Nazionale Sovranità,   Domenico Arena”.