Bova marina (Rc): anche quest’anno creato un nido di tartaruga Caretta caretta

E anche quest’anno Bova marina ha il suo nido di tartaruga Caretta caretta da proteggere!

Tartaruga Caretta Caretta (5)Per il secondo anno consecutivo mamma tartaruga sceglie la spiaggia adiacente il campeggio La Perla Ionica per deporre le sue preziose uova. Ieri mattina durante i consueti pattugliamenti delle spiagge, il personale dell’Associazione Onlus Caretta Calabria Conservation ha rinvenuto l’ennesimo nido della stagione. Salgono a 14 i nidi deposti nell’area compresa tra Melito di Porto Salvo e Bianco, afferma Giovanni Parise, responsabile del progetto per la tutela della specie, autorizzato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. “Quest’anno -continua il Parise- grazie all’utilizzo di due fat bike e di un drone, donateci dall’azienda Lush Fresh Handmade Cosmetics, siamo riusciti ad estendere notevolmente l’area da controllare e a minimizzare lo sforzo di monitoraggio ottenendo come sempre degli ottimi risultati”. Il nido di Bova è stato accolto con entusiasmo dal Sign. Branca, proprietario del campeggio la Perla Ionica e da tutti i suoi campeggiatori che anche quest’anno erano in attesa del “loro” nido. Come per la scorsa stagione gli operatori dell’associazione, Teresa Malito, Giovanni Parise, Salvatore Urso, Carmela Mancuso e Maria Denaro insieme ai numerosi volontari provenienti da tutta Italia organizzeranno giornate di sensibilizzazione e divulgazione puntando a coinvolgere i numerosi turisti accolti dalla struttura e i locali che vorranno prendere parte all’evento. La schiusa avverrà intorno alla prima settimana di settembre e, ricorda l’associazione, che nell’area, altri nidi destinati alla fruizione pubblica sono presenti sulla spiaggia di Spropoli (Palizzi) e sulla spiaggia di Brancaleone (km 62 della 106 ionica) i quali schiuderanno rispettivamente nella prima decade di agosto e nella seconda metà di agosto. L’associazione Caretta Calabria Conservation invita i più appassionati e curiosi a seguire la propria pagina Facebook sulla quale sarà prontamente comunicato l’imminente inizio della schiusa, invita inoltre, residenti e turisti a visitare il nuovo Museo del Mare sito in via Napoli (di fianco al comune) a Brancaleone di cui l’associazione ha curato l’allestimento e ne è attuale gestore.