Avviata la procedura di scioglimento del Consiglio Comunale di un paese del reggino

prefettura_reggiocIl Prefetto Michele di Bari, con proprio decreto in data odierna, ha sospeso il Consiglio Comunale di San Pietro di Caridà a seguito delle dimissioni contestuali da parte di 6 Consiglieri comunali su dieci che compongono il Consesso. Il predetto Consiglio comunale era stato rinnovato nelle consultazioni elettorali del 25 maggio 2014, in esito alle quali veniva eletto alla carica di Sindaco il Geom. Mario Masso. Per effetto delle dimissioni  contestuali di oltre la metà dei Consiglieri assegnati al Comune, si è verificata l’ipotesi prevista dall’art.141, comma 1, lettera b) numero 3 del T.U.O.E.L. n. 267 del 18 agosto 2000 (cessazione dalla carica per dimissioni contestuali della metà più uno dei membri assegnati al Collegio) relativa allo scioglimento dei consigli comunali, che avverrà con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dell’Interno. Nelle more del perfezionamento della procedura di scioglimento, per assicurare la gestione provvisoria dell’Ente, è stato nominato il Commissario prefettizio nella persona del dott. Massimiliano Pensabene, Funzionario economico finanziario in servizio presta Prefettura, al quale sono stati conferiti i poteri spettanti al Consiglio Comunale, alla Giunta e al Sindaco. Il predetto Commissario eserciterà tali funzioni fino all’insediamento degli Organi ordinari a seguito del prossimo turno elettorale.