Acr Messina, Ok del Comune: al via l’era Sciotto, il “Celeste e la Serie B”

Nelle rosee intenzioni del  presidente Pietro Sciotto c’è quella di riportare il Messina in B; a parte i sogni l’impegno e la determinazione di Sciotto ha dato i via ad un nuovo ciclo in riva allo stretto

Messina Serie DHa dimostrato coraggio e determinazione sin dall’inizio e adesso insieme al consenso ed al supporto di tutti i tifosi Pietro Sciotto cerca di risollevare le sorti della squadra giallorossa. Il parere positivo della commissione formata dal  sindaco Renato Accorinti, dal dirigente del dipartimento sport Salvatore De Francesco, dal delegato provinciale del Coni Alessandro Arcigli, dal presidente provinciale della Figc di Messina Leonardo Lacava e dal commercialista messinese Alessandro Solano ha esaminato la proposta dell’imprenditore messinese dando il via definitivo alla rinascita del calcio messinese e all’era Sciotto. Il nulla osta concesso all’imprenditore messinese consegna nella mani di Sciotto il club giallorosso, unica offerta volta all’ottenimento di un posto in serie D, ed unico riferimento dell’imprenditoria lovcale in grado di risollevare le sorti del club peloritano. L’imprenditore dell’automobile ha presentato una dettagliata analisi dei flussi di cassa ipotetici per i prossimi tre anni. Il triennio che nelle rosee intenzioni del prossimo presidente dovrebbe portare il Messina in B, partirebbe con un movimento complessivo di circa 1 milione 300 mila euro che sarebbero coperti per la maggior parte da sponsorizzazioni. Ben 900 mila euro verrebbero infatti da incassi per i marchi della prima maglia e gli altri dalle stime di abbonamenti , 100 mila euro, e sbigliettamento, 260.000 come riportato in un recente articolo della gazzettadelsud. 

Pietro SciottoA questo punto al “nuovo” Messina, potrebbe succedere la nuova denominazione “l’Associazione Calcio Rilancio” che dovrebbe essere costituita nelle prossime ore da Sciotto in uno stadio notarile, potrà essere assegnato il titolo sportivo di quarta serie, previo ovviamente il parere favorevole della Lega Nazionale Dilettanti, alla quale venerdì scorso Palazzo Zanca ha richiesto l’ammissione in soprannumero di un club cittadino, a parziale risarcimento della scomparsa del precedente titolo professionistico.

Il futuro del Messina Calcio?

Pietro Sciotto, ha annunciato  attraverso un comunicato stampa: “Nello stesso giorno in cui ho presentato la manifestazione di interesse per l’iscrizione di una nuova squadra di Messina al campionato di serie D, apprendo che la FIGC ha svincolato d’autorità tutti i calciatori precedentemente tesserati con la precedente società che non è riuscita ad iscriversi in serie C. Ciò mi induce immediatamente a rendermi pronto ad accogliere nella mia compagine, se inscritta in serie D, tutti i giovani calciatori delle classi ’97, ’98, ’99 e seguenti, da inserire sia nell’organico della prima squadra sia nelle squadre dei settori giovanili”. In settimana cercheremo di concretizzare con l’allenatore e di iniziare a formare la squadra.

stadio-celeste-messina-calcio (2)E’ presto per dire se il calcio a Messina abbia preso finalmente una piega diversa ma la determinazione, l’impegno, l’interesse sia esso economico che affettivo nei confronti del club giallorosso ha adesso  un nome ed  una garanzia. La solidità economica della famiglia Sciotto e le intenzioni del Presidente appaiono ben saldi per avviare un progetto che sia in grado di riportare entusiasmo e risultati in riva allo stretto. Adesso toccherà concentrarsi sull’aspetto prettamente organico, riorganizzare lo staff tecnico e dirigenziale  per un dignitoso campionato di Serie D. Entro fine settimana dovrebbe essere nominato il nuovo allenatore e iniziare ad essere formata la squadra. L’obiettivo è quello di ripartire dal “Giovanni Celeste” che oggi lo stesso Sciotto visiterà insieme ai suoi collaboratori.