A Catanzaro la riunione operativa per discutere delle criticità degli impianti sportivi

A Catanzaro la riunione operativa per discutere delle criticità degli impianti sportivi

impianti sportiviSi è tenuta a Catanzaro una riunione operativa tra il delegato provinciale del Coni, Giampaolo Latella, e il referente commerciale Basilicata-Calabria dell’Istituto per il Credito Sportivo, Vincenzo Smeraglia. Nel corso dell’incontro si è discusso delle criticità riguardanti la situazione degli impianti sportivi del territorio ma, al contempo, sono state messe a fuoco le opportunità che l’Ics mette a disposizione di enti locali e privati, al fine di realizzare nuove strutture o di riqualificare quelle esistenti. Tra gli strumenti predisposti dal Credito sportivo – è stato evidenziato durante l’incontro tra Latella e Smeraglia – particolare rilievo assume il progetto “Sport Missione Comune 2017”, nato dal protocollo stipulato tra l’Ics e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani. Nell’ambito di questa intesa, che prevede la concessione di contributi in conto interessi sui mutui per impianti sportivi, è previsto un plafond di 100 milioni di euro di mutui a interessi zero, da stipulare entro il 31 dicembre di quest’anno. Il bando è destinato a Comuni e unioni di Comuni e ha la finalità di fornire un impulso all’economia attraverso gli investimenti nel settore dell’impiantistica. A partire dal 6 settembre prossimo e fino al 28 ottobre si potranno trasmettere, via pec, le istanze con i progetti definitivi o esecutivi.
Ciascun ente potrà presentare una o più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di 2 milioni di mutui (4 milioni per i comuni capoluogo e le unioni di comuni), somma oltre la quale, per gli importi eccedenti, sarà applicato un tasso molto agevolato. “Il protocollo ‘Sport Missione Comune 2017’ – ha commentato Latella al termine dell’incontro – è uno strumento che può incentivare notevolmente gli investimenti in impianti e strutture sportive. Attraverso questo bando, sarà possibile contribuire ai processi di rigenerazione e riqualificazione urbana, realizzando o restituendo alla fruizione pubblica strutture di elevato valore sociale. Contestualmente, questa opportunità potrebbe rivelarsi un’efficace misura a sostegno dell’economia e, segnatamente, del settore delle costruzioni. Tutto questo – ha concluso Latella – nel rigoroso rispetto del principio del ‘consumo zero’ di suolo, introdotto nella legge regionale urbanistica”.