2 luglio 2000, Francia – Italia (2-1dts): la beffa del “Golden goal” e di David Trezeguet

Sono passati 17 anni da quel 2 luglio quando il golden goal di Trezeguet regalò il Campionato Europeo 2000 all Francia

2 luglio 2000Un esperimento durato pochi anni poi il passaggio definitivo alla tradizionale formula dei supplementari con due tempi da 15’, con calci di rigore in caso di ulteriore parità. Quel punto cruciale che risolve un match o morte improvvisa così come lo chiamano in inghilterra sudden death si rifà al concetto di chi segna vince. Il golden goal per i quadri generali del calcio mondiale doveva essere un modo per incentivare le squadre ad attaccare, giocare un calcio piu offensivo pe r rinunciare ai tiri dal dischetto e rendere lo spettacolo dei supplementari più avvincente. Una regola cinica come il gioco del calcio, caratteriistica basilare della Nazionale di Dino Zoff che approda in finale dopo un’eroica semifinale contro l’Olanda. L’Italia, sorteggiata nel gruppo B con la Turchia, il Belgio e la Svezia,vince  il  girone totalizzando tre vittorie su tre, spera la Romania ai quarti e dopo aver eliminato i padroni di casa si giocano la finale contro i rivali Francesi. La finale si gioca il 2 Luglio a Rotterdam: Italia-Francia è la riedizione dell’incontro di due anni prima ai mondiali francesi.

09_2000-Francia-Italia_lapresse_672I galletti che sconfissero in quell’occasione gli azzurri ai calci di rigore, si laurearono poi campioni del mondo 1998. la Francia.  gli azzurri passano in vantaggio con Delvecchio su cross di Pessotto, imbeccato da una magia di tacco di Francesco Totti. I primi 25 minuti sono i più belli dell’Europeo con  Nesta e Cannavaro che limitano le offensive di Zidane e youri Djorkaeff. Nella ripresa i francesi cominciano ad attaccare, senza riuscire però ad incidere,  entra Del Piero al posto di Fiore. Totti arretra sulla trequarti creando disordine alla mediana francese e servendo di tacco a Pessotto quella palla che lo juventino crosserà a Del Vecchio che al 55′, per il vantaggio azzurro. Le sfuriate francesi trovano spiragli minimi, si schiantano sul solito Toldo  e gli affondi di Henry e Dugarry sono ammortizzati da un blocco difensivo d’eccezione, l’Italia c’è ed è pericolosa soprattutto con Del Piero che in  due occasioni non trova però la porta. Quando tutto sembrava cessare ed i festeggiamenti esplodere in ogni casa azzurra, al ’90, su una delle pochissime sviste difensive azzurre Wiltord riceve un assist sporcato da Cannavaro: il suo tiro passa sotto i tacchetti di Nesta, viene sfiorato da Toldo e finisce in fondo al sacco. I minuti che seguono sono un distillato di emozioni, le squadre si battono a viso aperto ed onorano al meglio la pessima trovata del golden goal, entrambe possono vincere, e ci provano.

Soccer - UEFA Euro 2000 - Final - France vs ItalyCi riesce la Francia  Al 113′ Pires serve Trezeguet in area di rigore. Controllo, tiro, golLa regola cinica del chi segna vince  è una boccata amara per tutto il popolo azzurro, ti spedisce all’inferno senza nessun preavviso…spegne ogni speranza di rimonta. Così a mostrare il lato crudele e cinico ci pensa David Trezeguet che l’anno successivo sbarcherà in Italia alla Juventus, dal De Kuik di Rotterdam, invece non rimane altro che l’immagine di Trezeguet a torso nudo, la coppa alzata al cielo da Zinedine Zidane, i festeggiamenti blues ed il suono epico della Marsigliese….e la regola del  golden goal che nessuno vorrà piu nè rivedere, nè ricordare.

Francia: Barthez, Thuram, Desailly, Blanc, Lizarazu (Pires), Vieira, Deschamps, Djorkaeff (Trezeguet), Zidane, Henry, Dugarry (Wiltord). Commissario tecnico: Lemerre.
Italia: Toldo, Cannavaro I, Nesta, Iuliano, Maldini, Di Biagio (Ambrosini), Albertini, Fiore (Del Piero), Pessotto, Totti, Delvecchio (Montella). Commissario tecnico: Zoff.
Reti: 55′ Delvecchio, 90′ Wiltord, 103′ Trezeguet