Villa San Giovanni: tour dei quartieri per la lista “Le Ali per Villa”

Siclari avvia il tour dei quartieri e svela le strategie della coalizione per rimettere Villa al centro del Mediterraneo

tour villaInizia dal cuore di Villa San Giovanni il tour nei quartieri. I candidati della lista “LeAli per Villa” sono partiti nel pomeriggio da piazza Valsesia a per il giro delle vie del centro e del quartiere dell’Immacolata. Ed è solo la prima tappa. Ogni giorno, infatti, fino alla chiusura della campagna elettorale, i 16 esponenti della lista e in primis il candidato a sindaco Giovanni Siclari saranno in cammino tra i quartieri e le vie di Villa San Giovanni. Acciarello, Porticello, Pezzo, Cannitello, Piale e Case Alte. I cittadini avranno l’occasione di incontrare a tu per tu i candidati, portare a loro istanze, idee e aprire un confronto direttamente sui punti del programma stilato dalla coalizione e approfondire le problematiche che più stanno a cuore alla cittadinanza. Dai primi confronti è emersa l’annosa questione dei trasporti che oggi più che mai torna a mettere Villa San Giovanni in una posizione secondaria, dopo la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra Messina e Reggio Calabria per l’integrazione dei servizi di trasporto nell’area dello Stretto. «Dobbiamo rivendicare il ruolo strategico e baricentrico di Villa San Giovanni – ha chiarito il candidato a sindaco Giovanni Siclari – Qualunque protocollo non potrà mai soddisfare le esigenze della mobilità sullo Stretto, se non viene considerata come protagonista la nostra città. Lo abbiamo già detto e siamo pronti a ribadirlo in tutte le sedi preposte: per migliorare la mobilità è necessario lo spostamento degli approdi  a sud e agevolare i residenti dell’area metropolitana con tariffe ridotte. Il finanziamento previsto di 26 milioni di euro dovrebbe essere sfruttato anche per prevedere l’area di attraversamento dello Stretto che può e deve essere solo a sud di Villa».

In un momento di profondo cambiamento delle dinamiche territoriali, Siclari intende portare avanti quelle esigenze a cui Villa non può rinunciare. I trasporti sono solo la prima delle tante emergenze da affrontare. Va considerato e studiato un piano per garantire trasporti urbani per consentire anche ai cittadini delle zone periferiche di Villa di muoversi e spostarsi liberamente. Le idee sono tante e i cittadini possono solo contribuire ad aumentarle perché crescere in un’ottica di sviluppo economico e turistico è possibile, ma solo partendo dal rivendicare quel ruolo che a Villa spetta di diritto grazie alla posizione strategica che la colloca nel cuore del Mediterraneo. Domani toccherà al quartiere di Acciarello e i candidati saranno pronti ad ascoltare e rispondere ai cittadini.