Villa San Giovanni: concerto per la pace dell’orchestra della scuola “Giovanni XXIII”

LaPresse/Adriana Sapone

LaPresse/Adriana Sapone

Un concerto davvero speciale, quello che i ragazzi dell’orchestra dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” hanno svolto presso la sala conferenze dell’IPALB TUR di Villa San Giovanni. Infatti questa manifestazione di fine anno scolastico è stata anche il momento conclusivo di un’azione didattica di più ampio respiro, svolta durante tutto il corso dell’anno scolastico, che ha visto la realizzazione di una Unità di Apprendimento con “compito autentico” mirato a valutare per competenze attraverso rubrica valutativa. “La musica come linguaggio universale: noi cittadini musicisti del mondo” è il titolo di questo splendido lavoro che ha coinvolto gli alunni dell’orchestra (circa 80 ragazzi) in prima persona, i quali grazie al compito autentico, hanno potuto essere cooprogettisti del loro lavoro realizzando, sotto la supervisione dei loro docenti proff. Raffaella Santoro (flauto), Carmelo Candido (chitarra) e Laura Benedetti Isidori (pianoforte) tutta l’organizzazione del concerto: dalla scelta motivata dei brani in base alle tematiche di pace, fratellanza, amicizia alla realizzazione delle parti strumentali; dall’organizzazione logistica alla parte grafica. La partecipazione di alcuni genitori che si sono uniti all’orchestra ha inoltre sottolineato la profonda sinergia creta tra scuola,  famiglia e territorio. Vivi complimenti sono stati espressi anche da parte del MIUR nella persona della dottoressa Federica Pilotti, la quale ha sempre seguito tutte le fasi di questo lavoro con entusiastica partecipazione sia on line, sia in presenza durante gli incontri del corso nazionale “Musica è Scuola”. Un autentico successo, dunque, che evidenzia l’importanza dello strumento musicale per una formazione completa degli alunni quali persone portatrici di intrinseci valori etico-morali e cittadini del mondo civili e responsabili.