Vibonese, Caffo non ci sta: “Ci sentiamo defraudati dal Messina, adesso il ricorso per la riammissione in Serie C”

Promette battaglia il Presidente della Vibonese Pippo Caffo, dopo la retrocessione nei dilettanti farà ricorso al Collegio di Garanzia del Coni

CaffoSi prevede un estate calda quella della Vibonese e del Presidente Caffo che dopo la retrocessione adesso si scaglia cotro chi, nel corso della stagione appena conclusa, non ha rispettato le regole. Ci sarà il ricorso della Vibonese calcio così ome riportato dalla Gazzetta del Sud: “Ci sentiamo defraudati dal Messina e dai chi non ha rispettato le regole. Ho deciso di percorrere tutte le strade a disposizione per far valere le nostre ragioni. La nostra partita la giocheremo ai tavoli del Collegio di garanzia del Coni e siamo convinti di potercela fare. Aspettiamo quindi che venga fissata l’udienza e non escludo di ricorrere al Tar del Lazio per chiedere un risarcimento per i danni arrecati da questo mancato rispetto delle regole. Faremo tutti i passi necessari e, per il momento, restiamo nel perimetro della giustizia sportiva sperando di avere risposte adeguate”.