Totò Riina, il criminale che ha sconfitto il 41 bis. Il Pm: “è perfettamente lucido”

Il Pm Nino Di Matteo durante il processo sulla trattativa Stato-Mafia ha parlato della lucidità di Totò Riina

Totò RiinaIl Pm Nino Di Matteo durante il processo sulla trattativa tra Stato e Mafia, ha parlato dei problemi di salute di Totò Riina, che secondo lui nonostante le difficoltà fisiche provocate dal 41 bis, non hanno influito sulla sua lucidità mentale. Durante l’udienza si è anche parlato delle dichiarazioni del boss di Cosa Nostra riguardo gli atti criminali commessi in passato.

Il Pm Nino Di Matteo durante il processo ha dichiarato:Riina è perfettamente lucido e orientato nel contesto. Abbiamo depositato in segreteria la relazione di servizio di un agente penitenziario su alcune esternazioni in carcere del boss. In concomitanza dell’udienza del 30 marzo scorso del processo sulla trattativa Stato-mafia Riina ha parlato dei rapporti tra Ciancimino e Licio Gelli, dei suoi rapporti con Provenzano e della morte dell’ex vice del Dap Francesco Di Maggio“.