Sila, la squadra ufficiale dei docenti che faranno parte della terza edizione della Summer School

Fuori la “squadra” ufficiale dei docenti che faranno parte della terza edizione della Summer School del Parco Nazionale della Sila

parco_nazionale_della_sila

È stata resa nota la “squadra” dei docenti che insegneranno durante la IIIa edizione della Summer School del Parco Nazionale della Sila in “Strategie di Marketing nelle Aree Naturali Protette”. Il tema di quest’anno sarà “Valorizzare il territorio e comunicare efficacemente”.

Si tratta naturalmente di professionisti del settore che vantano notevole esperienza, le cui lezioni affronteranno una vasta serie di tematiche, con un approccio fortemente concreto e con l’analisi di numerosi casi, esaminando il marketing delle aree protette sotto tutti i suoi molteplici aspetti.

Ricordiamo che la Summer School si svolgerà a Lorica di San Giovanni in Fiore (CS), presso la sede dell’Ente Parco Nazionale della Sila, dal 19 al 23 giugno 2017, e che l’orario delle lezioni andrà dalle 9 alle 18. Il corso è gratuito e si rivolge principalmente ad imprenditori e amministratori locali.

I docenti:

  • Carlo Maria Gallucci Calabrese, Prorettore della Università Ramon Llull di Barcellona (URL), parlerà di marketing strategico e/o operativo, nonché di analisi del portafoglio e customer loyalty.Dopo la laurea ha conseguito prima una specializzazione in Management presso l’Università della California (UCLA), quindi una in Marketing Strategico ad Harvard, Boston. Tra Europa ed USA ha insegnato in ben 27 università; ora è anche Professore Ordinario di Marketing presso l’ESADE Business School, considerata come una delle migliori scuole di Management del mondo con professori e studenti provenienti da oltre 100 paesi.È membro del comitato editoriale e scientifico di riviste specializzate internazionali come l’International Quarterly Journal of MarketingMicro & Macro Marketing o Symphonya-Emerging Issues in Management, oltre che essere un prolifico conferenziere con al suo attivo più di 90 conferenze tenute in diversi paesi, più di 30 relazioni in congressi internazionali e internazionali e oltre 20 progetti di ricerca svolti tra Europa ed America.
  • Claudio Visentin, dell’Università della Svizzera Italiana e Scuola del Viaggio, si occuperà della significazione dei luoghi, dello storytelling e del ruolo delle nuove tecnologie nel raccontare il territorio.Coordina il corso “Turismo responsabile, sviluppo sostenibile e cooperazione internazionale” organizzato dall’ISPI di Milano nell’ambito della sua Winter School, in aggiunta ha tenuto diverse lezioni di storia e sociologia del turismo nei corsi del Fondo Sociale Europeo (FSE).Come consulente opera soprattutto nell’ambito della comunicazione turistica: ad esempio è stato autore delle linee guida delle Assise generali di Confindustria alberghi: “Comunicare la qualità per competere”. Ha inoltre collaborato per diversi anni con il Centro studi del Touring Club Italiano (TCI), con un’attenzione particolare al turismo culturale.In aggiunta alla sua attività di docente, studia e racconta i nuovi stili di viaggio, spostando l’attenzione dalle destinazioni, sulle pagine del supplemento domenicale del Sole 24 Ore e si dedica alla scrittura: ricordiamo “In viaggio con l’asino” e “Alla ricerca di Don Chisciotte. Un viaggio nella Mancia”.
  • Francesco Tapinassi, dirigente del settore Politiche del Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT), porterà la prospettiva di un amministratore nella promozione dei territori e la creazione di brand territoriali.Come direttore dell’Agenzia di Promozione Turistica dell’Amministrazione Provinciale di Grosseto si è occupato di predisporre un piano di comunicazione con una attenta politica di rebranding territoriale, con particolare attenzione alle piattaforme elettroniche e ai social media. È stato poi referente del progetto interregionale “Terre degli Etruschi” realizzando, in collaborazione con le Regioni Umbria, Lazio e Toscana, numerose attività per la promozione del patrimonio culturale etrusco, con una attenzione particolare dedicata alle famiglie ed ai bambini.Nel periodo passato come dirigente ai progetti turistici ha messo in piedi una campagna di promozione turistica del territorio, e come responsabile dell’Osservatorio Turistico di Destinazione ha elaborato la metodologia di ricerca sulla rilevazione del brand territoriale, attraverso il “Maremma Brand Index”. Si è poi occupato di elaborare la piattaforma dibooking online del sito regionale www.turismo.intoscana.it ed ha coordinato il progetto “Card App”, per la realizzazione di una app informativa collegata ad una carta elettronica di fidelizzazione delle clientela e la gestione della business intelligence territoriale.
  • Silvia Barbone, Presidente della Foundation for EUROPEAN Sustainable Tourism (FEST), approccerà il tema sempre più centrale del turismo sostenibile.È un esperto internazionale nel turismo sostenibile e nella gestione dei progetti, con un’ampia conoscenza delle politiche e delle pratiche del turismo. È una senior tourism business developer and strategist, oltre che una esperta project manager e una Lead Trainer certificata in Project Management per lo Sviluppo Sostenibile. È la sviluppatrice e l’autrice principale della certificazione PM4SD “Project Management for Sustainable Development”.È uno dei dieci esperti dell’UE selezionati dalla Commissione Europea per implementare il Sistema Europeo di Indagine Turistica (ETIS). Lavora con organizzazioni globali leader, tra cui UNESCO, European Travel Commission, Commissione e Parlamento europei, nonché autorità pubbliche locali, regionali e nazionali. È direttore principale del primo blogdedicato alle politiche e alle pratiche del turismo europeo “Tourism Around Europe”, che si rivolge a 8.000 stakeholders del settore turistico. È stata recentemente nominata Presidente della Società del Turismo Europa Network.
  • Giuseppe Emanuele Adamo, della University of Northampton, esaminerà l’importanza della segmentazione del mercato, con un focus speciale sul segmento dei millennials, per modellare l’offerta su target specifici, offrendo al contempo una rilettura dei modelli classici di segmentazione.Dopo la laurea in Discipline Economiche e Sociali con una tesi sul management degli eventi ha conseguito un Master in Business Administration and quantitative Methods presso l’Università Carlos III di Madrid. È Senior Lecturer in Marketingalla University of Northampton, presso il dipartimento Marketing & Entrepreneurship.

Si tratterà in definitiva di una opportunità unica per apprendere in un unico luogo le esperienze di professionisti provenienti da tutta Europa. Sarà possibile presentare la propria candidatura entro il 13 giugno; gli interessati potranno trovare la modulistica sotto la sezione “Concorsi” collegandosi sul sito istituzionale del Parco.