Salerno-Reggio Calabria, Nicolò sulle condizioni dell’autostrada A2

Dopo i disastri degli scorsi giorni sulla Salerno-Reggio Calabria il capogruppo Fi on. Nicolò ha ribadito la pericolosità del tracciato

a3-salerno-reggio-calabria-a2-autostrada-del-mediterraneo-tratto-rosarno-gioia-tauro“Nell’autostrada A2 si passa dal “viaggiare a rischio e pericolo al viaggiare con gusto” ed è incomprensibile l’ottimismo del governatore Oliverio e la rassicurazione del presidente Anas sullo stato dell’arte dell’attuale “Autostrada del Mediterraneo”, dopo l’ennesimo scontro frontale con vittime nella galleria “Jannello”, le cui condizioni del tratto d’asfalto sono ancora precarie e soggetti a lavori tanto da richiedere la chiusura di una delle due carreggiate e i continui lavori lungo tutta la tratta, che non verranno rimossi prima del 18 luglio prossimo, comprometteranno la stagione estiva”.

Lo ha dichiarato il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Alessandro Nicolò, che, intervenendo sulla vicenda, aggiunge: “è una grande vergogna questa opera incompiuta, che ha penalizzato il turismo, considerando anche l’inefficienza dello scalo aeroportuale reggino, la chiusura di quello crotonese e le altre criticità afferenti al mancato sviluppo della linea ferrata e delle vie del mare”.

“Oliverio e il Pd anche a livello centrale hanno grosse responsabilità in merito e si sono caratterizzati solo per passerelle, annunci, inaugurazioni e impegni a futura memoria, tanto da far ridere la stampa estera alla dichiarazione dell’ex premier Renzi che aveva garantito  il completamento dei lavori sull’A3 il 22 dicembre scorso, come se l’arteria fosse completamente ammodernata ed efficiente. Purtroppo così non è – conclude Nicolò – e rappresenta ancora oggi la principale via di ingresso della Calabria, degradata e inefficiente per i turisti che la percorrono, troppo spesso abituati a fare i conti con rallentamenti, disagi, incuria, tali da contribuire a danneggiare gravemente l’immagine della nostra destinazione turistica”.