Sabato la Notte Romantica 2017. Presentato a Civita (CS) il programma di iniziative per i sei borghi calabresi

IMG_3855-22-06-17-04-50Ci sono anche sei borghi calabresi tra i duecento borghi italiani che hanno risposto presente all’invito del Club dei Borghi più Belli d’Italia per la seconda edizione della “Notte Romantica nei Borghi più belli d’Italia”. Provincia di Cosenza in pole, con ben quattro borghi presenti (Morano Calabro, Aieta, Civita ed Oriolo), uno quello della provincia di Crontone (Santa Severina) e uno anche per la provincia reggina (Gerace). Questi i centri che mercoledì scorso hanno illustrato i contenuti delle proprie iniziative nel corso di una conferenza stampa convocata presso la sala consiliare del comune di Civita (CS). Presenti all’incontro moderato da Gianfranco Marino, responsabile della comunicazione del Club per la Calabria, anche Alessandro Tocci, sindaco di Civita, Andrea Ponzo, delegato del comune di Civita ai rapporti col Club, Bruno Cortese, coordinatore del Club dei Borghi per la Calabria, Giuseppe Lo Monaco, vice sindaco di Aieta, Carmine Femia, assessore di Gerace e Rocco Marrone, delegato del comune di Morano Calabro. Musica, teatro, rievocazioni storiche, enogastronomia, concorsi fotografici. Tantissime le iniziative messe in campo dai sei borghi calabresi per il prossimo 24 di giugno, data fissata per l’edizione duemiladiciassette di una manifestazione che quest’anno si fregia anche della collaborazione di Rai e Tgr – testata giornalistica regionale, media partners dell’evento. Protagonisti della serata saranno naturalmente l’amore, il romanticismo ma soprattutto le comunità locali che offriranno al pubblico la propria personale interpretazione del format base studiato dall’Associazione e suddiviso in due momenti principali: la degustazione nei ristoranti dei borghi di un particolare dessert appositamente creato per l’occasione e chiamato non a caso“Pensiero d’amore” ed il fatidico bacio di mezzanotte colorato dal lancio di migliaia di palloncini “romantici”. La notte romantica come occasione di rilancio dei borghi e di valorizzazione dei territori, un’occasione per unire alla riscoperta dei suggestivi centri storici calabresi quella delle loro caratteristiche principali. Questi i temi al centro della conferenza stampa durante la quale sono state descritte nel dettaglio le iniziative proposte dai singoli comuni ed illustrati alcuni degli obiettivi del coordinamento calabrese per il prossimo futuro, su tutti la formalizzazione della nascita dell’Associazione dei Borghi più Belli di Calabria.