Reggio Calabria, tributo all’attore Leopoldo Trieste in occasione del suo centenario

A Reggio Calabria domani presso la Sala di S. Giorgio al Corso ci sarà un tributo speciale nei confronti dell’attore Leopoldo Trieste in occasione del centenario della sua nascita

Foto manifesto Leopoldo-TriesteNel centenario della nascita dell’attore Leopoldo Trieste, giovedì 15 giugno 2017, alle ore 18.00, presso la Sala di S. Giorgio al Corso – Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori, nel contesto del ciclo di incontri “cinema e …” rende omaggio al grande “Attore dai tanti volti amato dai grandi registi”. Il prof. Nicola Petrolino, esperto e critico di cinema, responsabile sezione cinema del Cis, attraverso immagini multimediali, illustrerà l’itinerario artistico che evidenzia le sue capacità di attore, che gli hanno permesso di passare dal comico al drammatico con grande facilità, ma anche aspetti meno conosciuti della sua carriera. Leopoldo Trieste (Reggio Calabria, 3 maggio 1917 – Roma 25 gennaio 2003) è stato attore, regista, sceneggiatore e drammaturgo. A partire dal 1945 scrisse per il teatro una trilogia sulla guerra e sulla violenza: “La frontiera”, 1945; “Cronaca, 1946, prima opera teatrale che affrontò il problema dell’Olocausto; “N.N., 1947. Nel 1995, “Cronaca” fu rappresentata con successo al Deutsches Theater di Berlino. Lanciato come interprete da Federico Fellini nei film “Lo sceicco bianco”, 1952 e nei “I vitelloni”, 1953. Partecipò, inoltre, come caratterista nei film “divorzio all’italiana, 1961, “Sedotta e abbandonata”, 1964,” Il medico della mutua”, 1968, “Il padrino” – Parte II, 1974, “Il nome della rosa”, 1986, “Nuovo cinema paradiso”, 1988, “L’uomo delle stelle, 1995. Per la televisione, nel 1968 partecipò allo sceneggiato “Maigret e i diamanti”, regia di Mario Landi, nel 1989 partecipò allo sceneggiato “I promessi sposi” del regista Salvatore Nocita e nel 2000 partecipò all’episodio “Il cane di terracotta” della fiction “Il commissario Montalbano”. Leopoldo Trieste collaborò come doppiatore a numerosi film di successo e durante la sua lunga attività artistica è stato insignito di numerosi Nastri d’argento e del David di Donatello come migliore attore non protagonista.