Reggio Calabria: su Villa Aurora Prosegue l’attività di mediazione della Prefettura

villa-auroraNella mattinata  odierna si è svolta presso il Palazzo del Governo, una riunione convocata dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, finalizzata all’esame delle complesse questioni della Casa di Cura Villa Aurora che continua regolarmente ad assicurare le prestazioni sanitarie anche dopo il provvedimento di sequestro delle quote societarie disposto dall’Autorità Giudiziaria. All’incontro, cui ha preso parte anche l’On.le Dalila Nesci, hanno partecipato oltre agli Amministratori Giudiziari, la titolare della quota del 5% del capitale sociale; i delegati della Regione Calabria, del Comune Capoluogo; dell’Azienda Sanitaria Provinciale nonchè le Organizzazioni Sindacali di categoria.

Al tavolo di confronto sono state affrontate le problematiche relative alla grave situazione in cui versa attualmente l’Azienda.

Gli Amministratori Giudiziari hanno fornito un quadro della complessa situazione della società ed hanno anticipato che la continuità aziendale potrà essere garantita solo al fine di consentire una operazione di soluzione della crisi da effettuare contestualmente all’individuazione di un soggetto, operante nel settore, per il trasferimento degli asset aziendali, sempre nel rispetto del principio della competitività. Il tutto al principale scopo di garantire il piano di occupazione esistente.

Al riguardo, gli amministratori giudiziari hanno chiesto la collaborazione della Regione Calabria e dell’Azienda Sanitaria Provinciale onde individuare il percorso condiviso per il superamento complessivo dell’attuale stato di crisi. Nel contempo la titolare del 5% del capitale societario si è impegnata a rendere disponibile la propria quota per consentire l’ingresso di nuovi operatori economici. L’ Amministrazione Giudiziaria ha  comunicato che l’azienda ha ricevuto il contributo di solidarietà e si è impegnata, pertanto, alla liquidazione del dovuto ai lavoratori entro il prossimo 30 giugno.