Reggio Calabria, lotta all’evasione: siglato il protocollo d’Intesa tra Camera di commercio e Comune

Sottoscritto Protocollo d’Intesa tra Camera di commercio e Comune di Reggio Calabria per l’utilizzo della banca dati del registro delle imprese quale strumento per la lotta all’evasione

falcomatàConsentire una più efficace opera di prevenzione e contrasto all’evasione fiscale ed al raggiungimento dei principi di equità fiscale, in campo economico, oltre che una corretta ed efficace politica di prevenzione e contrasto all’evasione, attraverso una governance partecipata che sia in grado di valorizzare la potenzialità delle reti, mediante lo scambio di informazioni, l’ascolto reciproco, le decisioni condivise, la cooprogettazione.

Per il raggiungimento di questi obiettivi, il Presidente della Camera Antonino Tramontana ed il Sindaco Giuseppe Falcomatà hanno sottoscritto nei giorni scorsi, alla presenza del consigliere delegato della Re.G.E.S Serafino Nucera, un Protocollo d’intesa che stabilisce, attraverso la società Re.G.E.S. interamente partecipata dal Comune, la possibilità di utilizzare la banca dati del Registro delle Imprese e gli applicativi in uso alle PPAA. per l’estrazione delle informazioni relative alla titolarità e la gestione delle imprese e società.

Come dichiarato dal Presidente Tramontana, questo accordo di collaborazione “scaturisce dalla consolidata attività della Camera di commercio, che con la presentazione dei risultati dell’indagine sui comportamenti e la percezione dei fenomeni dell’illegalità tra i cittadini e le imprese della provincia ha aperto il cantiere di un percorso partecipato di “legalità organizzata” da promuovere su tutto il territorio provinciale e rappresenta una continuità con le iniziative realizzate nel corso degli anni, in particolare con la specifica azione strategica Burocrazia zero, finalizzata alla stipula di convenzioni con PP.AA., Magistratura e Forze dell’Ordine del territorio provinciale per rendere disponibili i dati elaborati del Registro delle Imprese. Un’attività, quella della Camera, che mira a sostenere, supportare ed affiancare le imprese nei processi, spesso problematici, legati alla corresponsione di tasse e tributi”.

Anche il Sindaco Falcomatà ha voluto sottolineare l’impegno quotidianamente profuso dal Comune per prevenire e contrastare l’evasione. “La lotta all’evasione fiscale – ha spiegato il primo Cittadino – rappresenta di certo uno degli obiettivi strategici dell’Amministrazione che, attraverso la collaborazione con la Camera di commercio, si dota di uno nuovo strumento fondamentale per velocizzare le procedure di verifica ed affiancarsi alle imprese riducendo la burocrazia ed evitando inutili contenziosi. L’obiettivo è quello di innescare un processo virtuoso, basato sulla collaborazione istituzionale tra l’Amministrazione comunale e l’Ente camerale che offre una maggiore tutela e valorizzazione dell’economia sana della Città, incoraggiando la nascita di nuove iniziative imprenditoriali che chiedono giustamente uno snellimento delle procedure burocratiche ed una maggiore efficacia nell’erogazione dei servizi”.

Il dott. Serafino Nucera ha evidenziato come questo accordo di collaborazione, oltre a rafforzare l’azione sinergica ed integrata tra i due Enti in termini di prevenzione e contrasto all’evasione, “presenta evidenti benefici per le imprese, soprattutto in termini di riduzione delle possibilità di contenzioso”.

L’accesso alla banca dati del Registro delle Imprese e del Registro Informatico dei Protesti, gestiti dalla società in house del sistema camerale italiano Infocamere s.c.p.a., consentirà di fruire on line dei seguenti servizi:

1. Il Servizio Telemaco, che consente di estrarre le elaborazioni di interesse nell’ambito delle informazioni contenute nel Registro Imprese e nel Registro Protesti.

2. I servizi elaborativi ri.map e ri.build, che consentono di estrarre le informazioni contenute nel Registro Imprese attraverso particolari modalità di navigazione visuale, ricerca e consultazione.

3. Il Servizio StockView, che consiste in un sistema statistico sulla natalità e mortalità delle imprese.

L’accesso ai servizi potrà avvenire mediante il Sistema Pubblico di Connettività (“SPC”) o tramite internet secondo idonei standard di sicurezza.